IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sfratto Scaletto senza Scalini, Bruno (Europa Verde): “Decisione di Autorità Portuale, necessario confronto”

"Serve creare un nuovo sistema di governo del litorale savonese"

Savona. “Unico neo dell’operazione sarebbe stato il passaggio del canone demaniale da 300 a 2500 euro. Nell’intervista al dottor Canavese, responsabile della sede di Savona dell’Autorità Portuale, sembrava che tutto fosse deciso e stabilito di comune intesa. Ma nessuno sapeva nulla. L’Autorità Portuale si sarebbe lanciata in un progetto senza ascoltare alcun parere, né del Comune, né delle associazioni della zona tra cui Laltromare, la cooperativa che gestisce lo spazio dello Scaletto”.

Questo il commento di Danilo Bruno di Europa Verde in merito alla notizia relativa allo spostamento dello Scaletto senza Scalini, la spiaggia delle Fornaci accessibile alle persone disabili o anziane, a Zinola.

“Probabilmente a breve – prosegue l’attacco Bruno – si troverà una soluzione soddisfacente per tutte e tutti nella riunione prevista il 21 gennaio fra Comune e Autorità Portuale. Ma ciò la dice lunga sul ruolo del Comune sul fatto che per un complicato meccanismo di normative Savona non gestisce praticamente nulla delle proprie spiagge, sul fatto che la destra non ha, come la Giunta precedente, alcuna autorevolezza nel rapporto con altri Enti e soprattutto sul fatto che la normativa nazionale deve cambiare”.

“Occorre in primo luogo risolvere – conclude Bruno – la questione dello Scaletto e poi porre il problema alla nuova amministrazione, di cui speriamo di far parte con una adeguata presenza in consiglio, poiché è necessario impostare il rapporto con l’Autorità Portuale su basi corrette e su norme legislative adeguate al fine di creare un nuovo sistema di governo del litorale savonese, decisivo per il destino della città”.

“E’ necessario organizzare – conclude – una sede di confronto con le Regioni e i Comuni, sedi di Autorità Portuale poiché, se i traffici portuali non possono essere condizionati da decisioni comunali, è altrettanto vero che cittadine e cittadini non possono subire continuamente le scelte compiute da un’Autorità Portuale, ormai rivolta giustamente al completamento delle opere portuali e probabilmente poco incline a occuparsi delle spiagge e della attività turistiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.