IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda Categoria, Simone Ferrero della Rocchettese: “Giocare in estate? Non mi sembra un problema”

Il dirigente rossoblù accetterebbe di iniziare il campionato solo se si protraesse in estate, con quindi un numero maggiore di partite rispetto a quelle dei mini gironi

Rocchetta di Cairo. Una delle parole più in voga nel dibattito sul calcio è “ripartenza”. C’è chi la considera come sinonimo di “scelta sconsiderata” e chi invece la invoca. Di sicuro però tale vocabolo è poco adatto alla situazione che vivono le squadre di Seconda Categoria, per le quali è necessario eliminare il prefisso “ri” dato che il campionato stagione 20/21 non è mai iniziato.

Simone Ferrero, dirigente della Rocchettese, uno dei sodalizi storici della categoria, propone il suo punto di vista: “Penso che iniziare facendo un mini torneo giusto per consentire alla Federazione di non perdere le iscrizioni abbia poco senso. Sarebbe opportuno partire con un campionato ben strutturato da terminare nella stagione estiva. Ciò consentirebbe alle società di guadagnare qualcosa dagli incassi: durante la bella stagione credo che la sera un buon numero di persone possa avere il piacere di assistere a delle partite. Insomma, un derby tra Dego e Rocchettese di sera sarebbe una bella festa per lo sport e al contempo farebbe bene alle casse delle società”.

Un punto, quello delle gare da disputare in estate, che vedrebbe la contrarietà di numerose società della Riviera, visto il numero di giocatori che sarebbe impegnato in lavori estivi. “Le squadre che sostengono questo – commenta Ferrero – dovrebbero rendersi conto che per noi della Valle giocare in inverno implica le gestione della neve, cosa che non li riguarda, ma non ce ne siamo mai lamentati. E poi anche da noi molti ragazzi lavorano nelle aziende della zona facendo i turni. Come ci adattiamo noi potrebbero farlo anche loro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.