IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riapertura punto nascite, dalla Sardegna un messaggio di solidarietà: “Basta giocare con la salute”

"Nel 2021, tra chiusure o privatizzazioni, non è più accettabile che ci sia qualcuno che continui a giocare con la pelle della gente"

Pietra Ligure. “Siamo felici di essere sempre in contatto con il gruppo che chiede la riapertura del punto nascite dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, continuiamo con la nostra solidarietà e vicinanza a partecipare il più possibile anche se non personalmente (causa distanza) alle loro iniziative, ad esempio come quella del contest fotografico di ieri”. A parlare è Antonio Garau, responsabile del comitato difesa dei diritti dei cittadini Roberto Siro La Maddalena.

“Purtroppo – spiega Garau – sarà una battaglia lunga e tortuosa, noi isolani ieri ad esempio abbiamo ricevuto la prima nota ufficiale in due anni dal ministro Speranza che dice ancora una volta no alla riapertura, ovviamente non molleremo come non molleremo per riavere tutti i servizi usurati in questi anni, ecco perché ci sentiamo di metterci e stare al fianco di questo meraviglioso gruppo, sperando che l’esito finale sia diverso dal nostro”.

“Scrivemmo a Toti qualche mese fa – racconta – ma purtroppo non abbiamo avuto nessuna risposta (lo stile politico è sempre lo stessa) ed è per questo che domani scriveremo nuovamente al suddetto per continuare a farle delle domande inerenti alla chiusura del punto nascite, coinvolgendo questa volta anche l’assessore alla sanità, qualora non dovessero rispondere proveremo con ciò che la legge ci mette a disposizione ad averle, perché bisogna capire che la politica è al servizio del cittadino perché chi siede nelle poltrone viene pagato da chi queste domande gliele pone, e loro hanno l’obbligo non solo per legge ma anche morale di rispondere almeno con due righe”.

“Colgo l’occasione – conclude Garau – per ringraziare sia  la redazione di IVG.it, che appena possibile ci concede uno spazio, ma anche tutti gli amici che durante le due raccolte fondi, hanno partecipato da ogni paese o città, per farsì che il nostro obiettivo fosse centrato, ovvero quello di inviare alcuni pacchi regalo e donazioni in denaro verso la Gaslini onlus, con cui abbiamo stretto una particolare amicizia. Domani e martedì arriveranno ancora dei giochi per i bimbi e tutto ciò ci rende orgogliosi perché nel nostro piccolo e con il mare che ci divide vogliamo cercare di esser utili, come il nosocomio è utile ai tanti bambini sardi che purtroppo per patologie serie devono andarci. Siamo e saremo sempre al vostro fianco per qualsiasi iniziativa inerente alla sanità, perché nel 2021 con chiusure o privatizzazioni non è più accettabile che ci sia qualcuno che continui a giocare con la pelle della gente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.