IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ancora rallentamenti per le ricette dematerializzate: dopo i disagi problema risolto [AGG]

Farmacisti, laboratori e medici di famiglia limitati nelle loro attività. Unica soluzione: ritornare alla vecchia carta

Più informazioni su

Savona. Aggiornamento ore 13.31Questa mattina il sistema di gestione delle ricette in forma dematerializzata ha registrato rallentamenti e/o interruzioni a causa di un problema informatico al flusso gestito dal ministero dell’Economia e delle Finanze, attraverso Sogei (Società Generale d’Informatica).

Intorno alle 13.00 il problema è stato risolto.

La comunicazione di Alisa dopo il caos e i nuovi disagi.

– Anche questa mattina il sistema di gestione delle ricette in forma dematerializzata per Cup, laboratori e farmacie potrebbe subire rallentamenti e/o interruzioni, a causa di un problema informatico al flusso gestito dal ministero dell’economia e delle finanze, attraverso Sogei (Società Generale d’Informatica). A comunicarlo è Alisa.

Nella mattinata di ieri infatti si è rivelato molto complicato lavorare anche nel savonese. A dirlo farmacisti, medici di famiglia, laboratori e centri di prenotazione dell’Asl, che hanno provato una profonda sensazione di disagio a causa del malfunzionamento del sistema informatico.

L’unica soluzione per “raggirare” il problema – di natura nazionale – è quello di attivare le “modalità di emergenza”, ovvero tornare alla carta, come un tempo. Medici e pediatri di famiglia, al bisogno, infatti possono emettere ricette “rosse” in formato cartaceo. Questo sistema di emergenza però non sembra la soluzione più consona da sfruttare soprattutto quando occorrerebbe limitare gli spostamenti a causa del Covid-19. Ritornando alle precedenti modalità “cartacee”, infatti i pazienti dovrebbero andare direttamente all’interno dello studio medico per ritirare la ricetta e poi raggiungere la farmacia, aumentando così i contatti con altre persone.

Quello vissuto ieri, tuttavia, non sembra essere l’unico problema di malfunzionamento del sistema riscontrato: alcuni farmacisti savonesi infatti hanno già notato rallentamenti su questo fronte, sebbene non così limitanti come ieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.