IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, il tecnico Mario Pisano sulla ripartenza: “Credo si stia tentando di forzare la mano”

L'allenatore sarebbe pronto a ricominciare sebbene non veda di buon occhio una ripresa nel mese di marzo

Pietra Ligure. La volontà della Federazione di far ripartire non solo l’Eccellenza ma tutto il mondo del calcio da marzo qualora sia possibile è stata resa nota sia dal presidente Giulio Ivaldi sia dal consigliere Franco Rebella. Tale eventualità, tuttavia, non sarebbe accolta con gli applausi di tutti.

Giorni fa, l’attaccante del Finale Andrea Rocca aveva espresso senza mezzi termini la contrarietà a una ripartenza. Punto di vista molto simile quello di Mario Pisano, tecnico del Pietra Ligure, squadra impegnata nel torneo di Eccellenza.

“Cerco di analizzare la situazione in modo oggettivo – commenta il mister dei ponentini – e credo che siano due le motivazioni che spingono molti a voler riprendere: in alcuni casi si tratta di un legittimo ragionamento economico perché, senza nascondersi dietro a un dito, anche nel nostro mondo qualche soldo gira e nelle categorie più alte gli introiti derivanti dallo sport per qualcuno sono importanti mentre in altri casi la ragione che prevale è la voglia di riprendersi una normalità percepita come ‘sottratta’, pensiero che viene affiancato da ragionamenti del tipo ‘nel calcio i contagi sono minimi’. La passione per questo sport è tanta e manca molto”.

Secondo Mario Pisano, dare il via ai campionati alle soglie della primavera presenterebbe una serie di problemi di difficile soluzione. In primis perché la situazione non sarebbe tanto diversa da ottobre quando in molti giocatori e dirigenti affiorava il timore di potersi contagiare e che questo potesse avere ripercussioni sul lavoro. “E se alcune società decidessero di non scendere in campo perché molti tesserati non se la sentono? Non credo sia logico radiare questi sodalizi in una situazione del genere. Credo che il tessuto economico debba avere la priorità su tutto: sarebbe uno smacco tremendo per i ristoratori che non possono tenere aperto la sera sapere che ogni domenica tantissime persone praticano uno sport di contatto. In un mondo dove siamo abituati ad avere tutto e subito, anche in questo caso stiamo assistendo a un tentativo di calcare la mano quando invece sarebbe meglio annullare la stagione per programmare al meglio la prossima, tanto più che i vaccini danno un orizzonte tangibile di speranza”, aggiunge Pisano.

“A livello personale – conclude l’allenatore pietrese – non farei di certo le barricate se mi dicessero di riprendere, rispetterò l’impegno preso con la società e con ancora più attenzione alle corrette norme di comportamento porterò avanti il mio lavoro“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.