IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo decreto, ecco cosa si può fare (e non fare) fino al 15 gennaio

Continui cambiamenti di colori, tutte le regole da seguire da oggi fino alla metà del mese

Più informazioni su

Liguria. Un continuo passaggio da giallo, arancione, rosso. Diversi sono stati i “colori” dell’Italia durante gli ultimi mesi e in particolare le festività natalizie. Ma quale sarà lo scenario che ci aspetta? Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Nella serata di ieri il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto contenente le misure anticovid decise dal consiglio dei ministri che prevedono il rientro a scuole per le superiori l’11 gennaio (cominceranno regolarmente domani, invece, elementari e medie) e stabiliscono le regole per il periodo fino al 15 gennaio (o quasi) data di scadenza del Dpcm in vigore.

Ma andiamo con ordine. Fino a domenica 10 gennaio, le restrizioni saranno uguali per tutti gli italiani, ma a seconda dei giorni cambierà il colore: rosso il giorno dell’Epifania, giallo il 7 e l’8 e poi arancione nel weekend. Venerdì o sabato ci sarà l’ordinanza del ministro Speranza che in base ai dati del 34° monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità, deciderà la sorte delle varie regioni. Secondo il presidente Toti, il ballottaggio per la Liguria sarà tra zona gialla e arancione.

Ecco le misure da rispettare in questi giorni, in cui il sarà sempre valida la regola del coprifuoco (dalle 22 alle 5) e necessaria l’autocertificazione per gli spostamenti.

Oggi, mercoledì 6 gennaio, sarà ancora in vigore il divieto di spostamento a meno che non si tratti di motivi di necessità, salute e lavoro, ricongiungimenti familiari  o visite a parenti e amici una sola volta al giorno e previste massimo due persone non conviventi oltre il nucleo familiare.

Domani, giovedì 7 gennaio, e venerdì 8 si tornerà a respirare un pizzico di normalità grazie ad una zona gialla rafforzata: divieto di uscire dalla regione, ma ci si potrà spostare tra comuni. Riapriranno bar e ristoranti fino alle 18:00 (le consegne a domicilio e l’asporto saranno possibili fino alle 22) e si alzeranno le serrande anche dei negozi e centro commerciali fino alle 20.

Ma nel weekend le misure diventeranno di nuovo più stringenti, sabato 9 e domenica 10 l’Italia tornerà arancione (si prevede succederà la stessa cosa per tutti i fine settimana di gennaio). Divieto di spostarsi dalla regione e dai comuni, fatto eccezione per quelli con meno di 5.000 abitanti. A bar e ristoranti saranno concessi solo asporto e consegne a casa, mentre i negozi resteranno aperti, ma non i centri commerciali.

Per la settimana da lunedì 11 a venerdì 15, invece, non si hanno certezze, tutto dipenderà dalla decisione del ministro Speranza e dai dati dell’Iss. In ogni caso continueranno ad essere vietati gli spostamenti tra regioni, anche gialle e nelle zone rosse sarà concessa la deroga agli spostamenti per due persone per andare a trovare amici o familiari, ma questa volta sarà limitata al comune e non più alla regione come durante le festività natalizie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.