La Fotonotizia di IVG.it

Innocente

Liliana Segre bambina gioca a Celle, un anno prima delle leggi razziali

Estate 1937, sulla spiaggia di Celle Piani è con l'amico Giorgio Salviati

Liliana Segre bambina

Celle Ligure. Nel giorno della memoria una felice e spensierata bambina gioca sulla spiaggia di Celle. È Liliana Segre: ancora non sa che, solo un anno dopo, la sua vita cambierà definitivamente con l’entrata in vigore delle leggi razziali e che, da grande lei diventerà il simbolo della deportazione con la tremenda esperienza dal 1944 nei campi di sterminio in Germania.

Guardate questa “piccola” senatrice a vita, siamo nel 1937. È estate: la spiaggia è quella di Celle Piani. Lei, gioca e scherza con Giorgio Salviati: una foto ritrae questi due amici sorridenti, incorniciati da un salvagente.

È il fratello di Giorgio, Alberto, a regalarci questa toccante e preziosa immagine di spensieratezza di una bambina felice prima di conoscere l’inferno e la brutalità della più grande delle tragedie umane.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Riconoscimento
Caprioglio consegna cittadinanza onoraria a Liliana Segre: “Riconosciuto impegno morale, civile e sociale”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.