IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’associazione Savona Insieme Onlus festeggia 25 anni di attività

"Rispettiamo il principio di assitere chiunque abbia bisogno d'aiuto, nonostante la situazione Covid"

Savona. Con il 2021 “Savona insieme Onlus” è entrata nel 25esimo anno della sua attività di assistenza domiciliare gratuita.

Dal 1996 l’associazione si occupa dei malati oncologici giunti alla fase estrema della loro vita, che vengono seguiti nelle loro case da medici, infermieri, volontari. “Anche nel difficilissimo anno 2020 non si è mai fermata nonostante il Covid, rispettando così il principio fondamentale di non lasciare mai da solo chi chiede aiuto – fanno sapere dall’associazione – Naturalmente si è alzato il livello di attenzione per ciò che riguarda la sicurezza e sono state prese tutte le precauzioni per evitare eventuali contagi e proteggere al massimo la salute dei pazienti e quella degli operatori”.

“Da quando è nata fino all’ottobre dello scorso anno l’associazione ha seguito ogni anno tra i 70 e i 100 pazienti con un totale di 1850 assistiti, mentre circa 10mila sono state le visite domiciliari degli oncologi (che sono in contatto col reparto di oncologia dell’ospedale San Paolo diretto dal primario Marco Benasso)” continuano.

L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha reso più difficile l’attività della nostra associazione – spiega la presidente di ‘Savona insieme’, Simonetta Lagorio – ma abbiamo continuato a seguire le persone che avevano bisogno di noi. Abbiamo cercato di aiutare chi aveva bisogno senza mettere in pericolo medici ed infermieri e i pazienti stessi. Approfitto per ringraziare i nostri operatori che, nonostante l’emergenza pandemica non si sono fermati ma hanno continuato ad adoperarsi nelle cure palliative e nell’assistenza domiciliare.  E grazie anche ai savonesi che con le loro donazioni e il 5 per mille hanno dimostrato ancora una volta di voler bene a Savona insieme”.

Savona insieme Onlus può contare su due medici oncologi, due infermieri professionali, una psicologa, una fisioterapista, un assistente spirituale e circa 40 volontari, per fornire sostegno e aiuto non solo dal punto di vista sanitario, ma anche psicologico al paziente provato dalla malattia e alla sua famiglia, che si trova a dover affrontare una situazione estremamente dolorosa nel momento in cui deve prendersi cura e accompagnare un proprio caro morente” ci tengono a dire dall’associazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.