IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Kouda (Caratese): un talento 2002 sulla rampa di lancio

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Nonostante l’epidemia Covid in corso non mancano, anche se rare, le buone notizie. Lo sport in generale ed il calcio in particolare cercano di proseguire e appassionare gli addetti. La Folgore Caratese (serie D girone A), ad esempio, ha  vinto domenica per 1-0 all’ultimo respiro (95°), in dieci uomini, contro il Casale e la firma è quella del gioiellino brianzolo classe 2002, Rachid Kouda.

Dopo una prestazione ad alti livelli regala i 3 punti alla sua squadra e valgono doppio per Kouda che oggi aveva due club ad osservarlo. Monza e Cagliari. La prima offerta del Monza, in estate, è stata ritenuta troppo bassa dalla Folgore Caratese. Il Cagliari è la seconda volta che lo osserva dal vivo in campionato. Sulle sue tracce ci sono anche Watford, Genoa e Sassuolo. Avevo già avuto modo in varie circostanze (l’ultima a Vado al Chittolina) questo promettente giocatore.

Kouda, centrocampista della Folgore Caratese l’anno scorso (prima dell’esplodere della pandemia) è stato tra i convocati della Rappresentativa Under 18 della LND che dal 17 fino al 21 febbraio è stata impegnata per la tredicesima volta al “Roma Caput Mundi”, torneo internazionale per calciatori under 18 organizzato dal Comitato Regionale Lazio LND in programma sui campi delle province di Roma e Frosinone.

Non è passato inosservato in allora questo centrocampista offensivo nato come mezzala, che in Juniores giocava prima punta ma sia Longo (allenatore della Caratese) che Giannichedda (allenatore della Rappresentativa di serie D) lo vedevano esterno di attacco in un 4-3-3. Kouda è alto 1.86, potenza fisica anche se ancora esile. Secondo indiscrezioni il Sassuolo, visti i buoni rapporti con la Caratese, avrebbe già strappato una opzione addirittura da averlo già visto con Roberto De Zerbi e il Direttore Palmieri e voleva/vorrebbe portarlo al Viareggio con la maglia neroverde.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.