IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il ritorno del grande “vecchio”

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Carlo Tavecchio, neo Presidente LND Lombardia è intervenuto sui temi caldi d’attualità tra cui le elezioni Figc alle porte (Gravina o Sibilia?) e sulla politica e la LND che a parer suo hanno abbandonato il calcio di base:

“Ho raccolto un grido di aiuto da parte della mia regione. La Lombardia ha quasi 200mila tesserati, un quinti del sistema nazionale. Questa regione ha quasi 11 milioni di abitanti ed ho accettato di dare una mano senza secondi fini. Nessuno si occupa del calcio di base ed hanno tassato le società dilettantistiche che nemmeno le SpA. Siamo al livello di pazzia generale. Il Governo va a tassare le società dilettantistiche che hanno una funzione sul territorio con tutti i grandi evasori che ci sono. Siamo al livello di pazzi e la LND non si è occupato di questo. Gravina o Sibilia? Non si poteva ricevere la norma sul vincolo e dopo protestare, troppo facile per Sibilia protestare dopo. Togliere il vincolo è come ammazzare una società di calcio. In Lombardia faremo qualcosa di nuovo, serve una nuova legge sul volontariato che tocchi questi aspetti. Nel recovery fund non c’è una riga sul calcio di base. È pazzesco: dove vive questo paese. Stiamo parlando di un milione di praticanti, un sistema che muove dieci milioni di persone. La grande stampa è assente: dicono solo che Tavecchio è rinato, ma che discorsi sono? Conta un sistema da studiare. C’è assoluto abbandono del calcio di base. C’è da istituire una commissione che vada in Parlamento per affrontare il calcio di base”.

Intanto per adesso nessun ricorso ufficiale per Alberto Pasquali suo antagonista – voce circolata dopo l’esito delle elezioni per la presidenza del Comitato lombardo della Lnd – dopo la sconfitta al fotofinish contro Tavecchio. Ma una mail formale, “una riserva”, la definisce, inviata via Pec alla Corte d’Appello federale. “Affinché vengano fatti degli accertamenti sul corretto funzionamento dell’assemblea e delle votazioni online – spiega -. Non gridiamo ai brogli, ma chiediamo che sia fatta luce se tutto ha funzionato per il meglio. Nessuno dei presenti al voto può dire che tutto ha funzionato bene. Chissà, magari Tavecchio avrebbe vinto con uno scarto maggiore o magari no, fatto sta che i numeri di chi ha partecipato alle votazioni non quadravano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.