IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il neo direttore Prioli (Asl2) ai sindaci: “Chiusura punto nascite di Pietra è provvisoria. Ospedale di Cairo sarà potenziato”

Il neo DG ha incontrato i sindaci: tra gli altri temi la campagna vaccinazioni, la carenza dei medici di base e la piattaforma sperimentale PoLiSS

Liguria. Santa Corona, ospedale di Cairo, campagna vaccinazioni, carenza medici di base e piattaforma sperimentale PoLiSS: questi i temi trattati nel corso della riunione, organizzata da Anci Liguria e Federsanità, di presentazione del neo direttore generale dell’Asl 2 Savonese Marco Damonte Prioli ai sindaci del territorio.

All’incontro, che ha registrato il plenum degli amministratori savonesi, hanno preso parte il presidente di Federsanità Anci Liguria e direttore generale dell’Asl 3 Genovese Luigi Carlo Bottaro, il segretario Luca Petralia, moderatore, e il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai, che ha sottolineato l’importanza della cooperazione tra comuni e aziende sanitarie a beneficio delle comunità locali.

Per l’Ufficio di Presidenza di Anci Liguria sono intervenuti la vicepresidente Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona, e il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri.

“Il rapporto sinergico con i sindaci è fondamentale per riuscire a redistribuire in maniera efficace i servizi sociosanitari sul territorio”, ha affermato Marco Damonte Prioli, che ha dato risposta alle problematiche più urgenti segnalate dai sindaci.

Damonte Prioli Anci Sindaci

La chiusura del punto nascite dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure è stata “una scelta dettata dall’emergenza sanitaria in atto, ma provvisoria”, ha assicurato Damonte Prioli, che ha anche riferito dell’impegno di Asl 2 “a dare un assetto all’ospedale di Cairo Montenotte e potenziarne i servizi, dopo un confronto con Regione Liguria”.

Damonte Prioli ha poi parlato della campagna vaccinazioni, che partirà a breve in diversi comuni del Savonese: i sindaci di Celle, Cengio, Quiliano, Stella, Testico e Toirano hanno comunicato di aver già messo a disposizione locali pubblici, da adibire a luoghi di erogazione delle vaccinazioni, e personale volontario, da impiegare per il trasporto della popolazione anziana.

Sulla annosa carenza dei medici di medicina generale, problema che riguarda in particolar modo i comuni dell’area interna Beigua-SOL, è in itinere un percorso a livello nazionale di ampliamento delle convenzioni, che risolverebbe il problema, ma non si è ancora giunti ad alcun accordo; Asl 2 sta comunque già studiando “un percorso alternativo e correttivo, da decidere insieme con Regione Liguria, che consenta di potenziare i servizi per i cittadini”.

Infine, per quanto riguarda PoLiSS, la piattaforma regionale sperimentale che monitora i casi positivi al Covid-19 presenti sul territorio, per far fronte alle difficoltà segnalate dai comuni in merito alla lettura dei dati e alla conseguente gestione corretta della procedura per la raccolta dei rifiuti speciali, il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai ha annunciato un importante momento formativo, organizzato dall’Associazione insieme con Liguria Digitale e Alisa, sulle ultime implementazioni apportate al sistema. La formazione è in programma mercoledì 20 gennaio alle 12.30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.