IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grande Freddo, peggioramento da lunedì con gelo e neve

Ecco gli ultimi aggiornamenti sui modelli previsionali

Più informazioni su

Liguria. In attesa di indicazioni più certe sull’evoluzione della situazione meteo, per ora i i modelli previsionali indicano l’arrivo del Grande Freddo a partire da lunedì 18 gennaio.

Secondo Arpal, giù dalle prime ore di domani, domenica 17 gennaio, temporaneo aumento dell’instabilità con possibili piogge deboli. Fiocchi di neve possibili su E – Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia – e interno di C – Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia – oltre 400-600 m, con al più locali spolverate. Esaurimento delle precipitazioni durante le ore centrali del giorno. Venti settentrionali in rinforzo dalla sera con raffiche fino a 50-60 km/h su B- lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno – durante la notte, locali condizioni di disagio fisiologico per freddo.

Da lunedì nelle prime ore venti settentrionali localmente forti (40-50 km/h) su B, in successiva attenuazione; locali condizioni di disagio fisiologico per freddo fino al mattino.

Si segnalano ancora temperature rigide nelle zone interne e nelle notte non sono mancate forti raffiche di vento nelle aree costiere: il record del freddo spetta questa volta all’entroterra del Levante genovese con -7.6 a Pratomollo (Borzonasca, Genova), -7.5 a Santo Stefano d’Aveto (Genova) e -7.4 a Cabanne (Rezzoaglio, Genova). Nelle altre province si segnalano, nel savonese, -6.7 a Sassello, nell’imperiese -6.2 a Poggio Fearza (Montegrosso Pian Latte), nello spezzino -4.6 a Padivarma (Beverino). Altri valori minimi: Triora (Imperia) -1.0, Cairo Montenotte (Savona) -2.7, Busalla (Genova) -1.4, Campo Ligure (Genova) -2.0, Varese Ligure (La Spezia) -2.4.

Gli esperti prevedono per questo gennaio 2021 l’arrivo del cosiddetto “Big Chill” – Grande Freddo: un nuovo vortice polare pronto a raggiungere l’Europa centro orientale, con temperature fino -16°C a 1.500 metri. L’ondata di gelo potrebbe arrivare anche sull’Italia, con conseguenze nevose: le zone più interessate sarebbero il medio Adriatico e il meridione, ma anche altri parti della Penisola, Liguria e parte nord-occidentale comprese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.