IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giorno della Memoria: scoperta a Villanova una targa sulla casa natale di Andrea Schivo, giusto fra le nazioni foto

"Per l'epoca buia in cui viveva, aveva colpevolmente esercitato la sua umanità e compassione per la sofferenza altrui"

Villanova d’Albenga. Toccante cerimonia ieri nel cuore del centro storico di Villanova d’Albenga dove, in occasione della Giornata della Memoria, l’amministrazione Balestra ha scoperto una targa sulla casa natale di Andrea Schivo, la guardia carceraria, proclamata Giusto fra le nazioni, morta nel campo di concentramento di Flossenbürg dove era stata deportata per la sola colpa di aver portato da mangiare ad alcuni detenuti ebrei nel carcere di San Vittore a Milano. Per l’epoca buia in cui viveva, aveva colpevolmente esercitato la sua umanità e compassione per la sofferenza altrui.

“Un uomo semplice che non avrebbe mai pensato di poter essere definito un giorno eroe – ha detto la pronipote Andreina, presente insieme ai pronipoti Claudio, Ambrogio e ai figli – Certamente ha esercitato la compassione per il prossimo ovvero la capacità di amare e agire senza pensare alle conseguenze: è l’eredità che lascia alla contemporaneità”.

Il sindaco Pietro Balestra, presente alla cerimonia insieme al vice sindaco Paolo Cha, all’assessore Franco Scrigna, promotore anche della posa di una analoga targa al memoriale di Flossemburg e alla consigliera Tamara Grossi, ha espresso tutto l’orgoglio della comunità verso questo figlio, nato e cresciuto a Villanova d’Albenga.

“Il paese si riconosce nel coraggio e negli ideali di Andrea Schivo – ha dichiato Pietro Balestra – Un figlio di Villanova d’Albenga, di questi vicoli dove è nato e cresciuto, dove ha appreso dalla famiglia i sani principi che lo hanno guidato, fortificati dalla solidarietà umana propria del nostro borgo, di una tradizione contadina a cui è legata la storia del comune.”

Il primo cittadino ha scoperto al targa insieme al Generale di Brigata Giuseppe Zito, responsabile della scuola di polizia penitenziaria “Andrea Schivo”, che ha confermato che la figura di Schivo è un riferimento quotidiano per le guardie carcerarie, per la sua capacità di “concepire la differenza fra il carcerato e il prigioniero”.

La figura del villanovese, a cui è stata dedicata anche una pietra d’inciampo davanti al carcere di San Vittore a Milano, è stato ricordata anche da alcuni studenti, guidati in una riflessione da Maria Grazia Timo, responsabile della biblioteca di Villanova d’Albenga che con grande capacità ha tessuto i fili dei vari momenti della cerimonia, ricordando l’importanza della memoria ai presenti e agli studenti delle scuole di Villanova d’Albenga, di Arnasco, Casanova Lerrone, Ciano sul Neva, Garlenda, Ortovero, Stellanello, Villanova d’Albenga, Zuccarello e Albenga che hanno seguito la cerimonia in streaming dalle loro classi.

La commemorazione si è svolta alla presenza del tenente colonnello Massimo Ferrari, comandante della compagnia dei carabinieri di Alassio, del colonello Stefano Saccocci, comandante del 15° nucleo elicotteri di Villanova d’Albenga, Mosè Laurenzano, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Albenga 2, il parroco don Giancarlo Aprosio che ha benedetto la targa, i rappresentanti delle confraternite, le associazioni d’arma aeronautica, degli alpini, dei carabinieri, il Lions Club, la protezione civile, la croce bianca di Villanova d’Albenga e l’ Unione sportiva villanovese.

“Un pensiero va oltre confine, fino al Memoriale di Flossenbürg dove ho personalmente consegnato una targa a ricordo di Andrea Schivo che è stata sistemata nella chiesa, in sua memoria a 75 anni dalla morte – ha dichiarato l’assessore Franco Scrigna – Sono grato a quanti mi hanno aiutato a dare valore alla figura di Schivo anche laggiù, in particolare il giornalista Friedrich Paterhans che, oltre ad aver scritto un bell’articolo su una rivista tedesca, mi ha fatto da interprete in modo che potessi presentare al meglio il nostro compaesano. Il ringraziamento dell’Amministrazione va anche agli studenti delle scuole di Villanova, agli insegnati, a Marina e Federica Massanello, attuali proprietari della casa nativa di Andrea Schivo, alla famiglia Caria per la collaborazione, ad Alberto Scognamiglio e Emanuele Durando che hanno permesso la diretta streaming ancora visibile al sulla pagina Facebook del Comune di Villanova d’Albenga.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.