IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantieri autostradali e rischio paralisi: pedaggi gratuiti e piano per evitare danni all’economia ligure foto

Vertice in Regione sui nuovi lavori di manutenzione di Autostrade

Liguria. Si è svolta questa mattina una riunione avvenuta in Regione sulla situazione cantieri e manutenzioni autostradali, con nuovi lavori che rischiano di creare un nuova paralisi della viabilità. Al vertice erano presenti Roberto Tomasi, Ad di Aspi, e i direttori di rete e sviluppo Enrico Valeri e Alberto Selleri, oltre agli assessori regionali Andrea Benveduti e Giacomo Giampedrone.

Al centro del faccia a faccia la prevista apertura dei cantieri disposti da Autostrade per l’Italia, con la chiusura di alcuni tratti autostradali.

“Ho chiesto ad Autostrade che fossero presenti manager con capacità decisionale. Abbiamo chiesto di applicare sgravi di pedaggi quantomeno sulle tratte maggiormente colpite dai lavori – afferma – hanno inoltre accettato la nostra richiesta di attivare un tavolo di concertazione e programmazione di 12 mesi sulla programmazione dei cantieri, raccogliendo tutti gli spunti del mondo economico che ha inerenza coi trasporti, dallo shipping fino al delivery” ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

“Ascoltare le ragioni e, perché no, i suggerimenti del mondo economico è essenziale per evitare nuove emorragie nel tessuto produttivo ligure a causa dei cantieri autostradali. Lo scopo di questo tavolo, nel quale il ruolo di Regione sarà di facilitazione e stimolo per le controparti, è quella di una programmazione a medio-lungo termine, rinnovabile poi nel tempo, che contemperi le esigenze operative di Autostrade con tutte le attività economiche connesse alla logistica, dove queste ultime potranno suggerire spunti di miglioramento della cantierizzazione inevitabile dei lavori autostradali” ha concluso Benveduti.

E sul tema dei pedaggi: prevista una esenzione a chi viaggia tra i caselli di Genova Pra’, Genova Pegli, Genova Aeroporto, Genova Ovest, Genova Bolzaneto, Genova Est, Genova Nervi, fino a Rapallo. Accolta la richiesta del sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco: “La gratuità sarà riconosciuta anche per i transiti dei veicoli, in uscita e in entrata da questi caselli, con origine/destinazione i caselli della A26 da Ovada, della A10 da Albisola, della A7 da Vignole Borbera, della A12 da Sestri Levante. Tale dispositivo potrà essere ulteriormente ampliato sulla base delle successive analisi sull’andamento dei flussi”.

“Dalla mezzanotte di oggi, l’attuale esenzione dei pedaggi autostradali verrà ampliata fino a Rapallo sulla A12. Questa è stata una delle richieste che abbiamo fatto come Regione e che è stata accolta oggi durante l’incontro con Autostrade per alleviare i disagi portati dal nuovo piano di manutenzione nel nodo ligure, che andrà avanti in queste settimane in cui la mobilità è limitata dalle misure per contenere il virus – sottolinea il presidente Toti -. Abbiamo anche chiesto di diminuire il più possibile gli effetti dei lavori sulla viabilità comunale e i tecnici di ASPI verificheranno la possibilità di accelerare ulteriormente le tempistiche di conclusione dei cantieri. Tutti i lavori più impattanti, grazie a turni h24 e 7 giorni su 7, dovrebbero terminare nel mese di giugno, in modo da evitare scenari come quelli della scorsa estate. La sicurezza sulle nostre autostrade è la priorità ma lavoreremo, anche ascoltando le categorie economiche del territorio, per evitare che cittadini e imprese subiscano ulteriori disagi in un momento già tanto difficile per la Liguria”.

“Oggi abbiamo letto la comunicazione di Regione Liguria che annunciava l’esenzione, da domani, del pedaggio autostradale fino a Rapallo sulla A12. Bene per questa notizia ma ricordo alle parti coinvolte che ancora manca una tratta fondamentale, quella tra Masone e Ovada, dove la viabilità è compromessa per via dell’interruzione della statale 456 del Turchino in seguito alla Frana del Gnocchetto”, ricorda Luca Pastorino, deputato ligure di Leu.

“Proprio sul tema oggi ho favorito un tavolo di confronto tra le parti a cui hanno partecipato Autostrade, Anas Piemonte, i comuni di Masone, Rossiglione, Campoligure e Urbe, l’Unione dei comuni delle Valli Stura, Orba e Leira, Regione Piemonte, le prefetture di Genova e Alessandria. A oggi la situazione ancora non è risolta, chiedo a Regione e ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di operare per garantire almeno la gratuità del pedaggio già nei prossimi giorni”, conclude Pastorino.

I rappresentanti di Autostrade per l’Italia, con il coordinamento della Regione Liguria, incontreranno la prossima settimana gli esponenti delle categorie economiche del territorio, così da illustrare i prossimi passi del piano di manutenzione e ascoltare le esigenze del mondo produttivo. A questo proposito, già nella mattinata di oggi i rappresentanti di ASPI hanno avuto un confronto con i vertici di Confindustria Liguria e Genova per condividere i particolari del piano di interventi e presentare il nuovo piano industriale della società.

Sempre nella giornata di oggi, Autostrade per l’Italia ha avviato nuovi strumenti di comunicazione digitale appositamente dedicati al territorio ligure, che si affiancheranno al network nazionale di My Way, per informare il più ampiamente possibile l’utenza. In particolare, a partire dalle prossime ore verrà diramato un bollettino con le previsioni settimanali e giornaliere dei flussi di traffico, suddivisi per tratte e fasce orarie.

Inoltre, è stato predisposto un applicativo che consente di consultare la situazione viabilistica costantemente aggiornata delle tratte autostradali, così da consentire agli utenti di valutare in anticipo e in modo consapevole i propri spostamenti, scegliendo il percorso ritenuto più indicato.

I nuovi strumenti digitalisono accessibili dall’homepage del sito www.autostrade.it e dal canale Telegram “Autostrade per l’Italia – Liguria”. Il piano informativo verrà successivamente ampliato già nei prossimi giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.