IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bambino di 10 anni a scuola con l’hashish nello zaino: indaga la polizia

Si cercherà di capire come il ragazzino abbia ottenuto lo stupefacente

Alassio. Ha solo 10 anni il ragazzino fermato a scuola con circa un grammo di hashish nello zainetto, un episodio avvenuto la settimana scorsa in un Istituto comprensivo di Albenga.

Secondo quanto riferito, ragazzino potrebbe avere avuto la “pensata” di portare il fumo a scuola per farsi bello con i compagni e per sembrare più grande. I compagni di classe a cui ha mostrato il fumo però non sono restati in silenzio e hanno segnalato immediatamente l’episodio agli insegnanti e alla dirigenza dell’istituto. Ed è stata immediata la reazione da parte del corpo docente che ha tempestivamente avvisato la Polizia di Alassio che ha provveduto al sequestro della piccola dose di stupefacente. Il ragazzino è stato segnalato alla Procura di Savona, al Tribunale dei minori e ai servizi sociali. E ora le indagini si concentrano su come il ragazzino possa aver ottenuto lo stupefacente.

Il ragazzino, che è residente ad Alassio, dopo aver abbandonato gli studi nella città del Muretto per alcune problematiche insorte durante la sua “vita da studente”, in questo anno scolastico si era quindi iscritto nella scuola ingauna. Un bambino però poco conosciuto dagli insegnanti che hanno evidenziato come la sua fosse una frequentazione scolastica segnata da molteplici assenze, il contesto in cui è avvenuta questa delicata vicenda – secondo quanto riferito – sarebbe quello riferibile ad una situazione familiare già problematica che presumibilmente lo ha portato a non rendersi conto della gravità della sua azione come quella di portare una stecca di hashish a scuola.

Un ragazzino che, fanno capire, avrebbe bisogno di un educatore e di qualcuno che lo segua, magari con l’ausilio dei servizi sociali dato che la scuola, da sola, non ha le risorse necessarie. Un caso che sorprende però anche le forze dell’ordine perchè nella realtà di questo territorio è davvero sconcertante, non essendoci sacche di disagio tali da giustificare un episodio di tale gravità riferito ad un bambino di quell’età.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. parsifal
    Scritto da parsifal

    ha un futuro brillante

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.