IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Azzerato il contagio da Covid nelle carceri genovesi e liguri

Pagani: "Resta il grave problema di sovraffollamento di tutte le strutture a cominciare da Marassi e Pontedecimo"

Più informazioni su

Liguria. Nelle carceri liguri il Covid segna “zero” contagi tra poliziotti e detenuti. A comunicarlo è Fabio Pagani, segretario regionale Uil Pa che spiega: “l’amministrazione penitenziaria, ma soprattutto l’attenzione dei poliziotti che si sono adoperati al meglio nell’indosso dei dispositivi di protezione individuale in numero adeguato e le importanti direttive per prevenire e isolare il contagio hanno consentito tale risultato direttive che, anche per un certo effetto sorpresa, erano mancate nella primavera scorsa e quando vi erano state erano parse incoerenti e talvolta persino contraddittorie”.

Sentiamo anche la vicinanza dei vertici, con il capo del Dap che, per la prima volta nella storia del corpo di polizia penitenziaria, ha rivolto un videomessaggio di vicinanza e incoraggiamento agli operatori. Non bisogna abbassare la guardia , altrimenti , tutto ciò rischia di non essere sufficiente e di mandare la situazione sanitaria fuori controllo”

Pagani ricorda che “la Liguria combatte con un sovraffollamento record delle strutture penitenziarie , tra tutte Sanremo (265 detenuti), Marassi (650 detenuti ) Pontedecimo (170) e l’assenza strategica e fondamentale di un carcere a Savona”.

“Con il virus che in altre realtà penitenziarie sembra dilagare e del quale chiediamo alla comunità scientifica e a chi di competenza di calcolare l’indice di contagio (Rt) in carcere – continua il segretario della Uil Pa – si impongono urgenti e ulteriori misure da parte del Governo, che muovano su tre principali direttrici: deflazionamento sensibile della densità detentiva; rafforzamento e supporto efficace della Polizia Penitenziaria; potenziamento incisivo dei servizi sanitari nelle carceri”.

“I Ministri Bonafede e Speranza e il Presidente Conte ne prendano atto – conclude Pagani le carceri, i detenuti, gli operatori e chi le amministra non possono essere lasciati da soli; indugiare ancora potrebbe essere funesto!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.