IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Astronomia, la grande congiunzione Giove-Saturno apre “l’era dell’Acquario”

Ne abbiamo parlato con Matteo De Benedetti e Fabrizio Leone in collaborazione con la sezione di Savona dell'Associazione Archeosofica

Liguria. Si apre l’era dell’Acquario. La congiunzione di Giove e Saturno può significare cambiamenti importanti per la collettività. Siamo entrati in una fase dell’evoluzione umana, un periodo che durerà a lungo caratterizzato da solidarietà, fratellanza e grandi scoperte scientifiche e tecnologiche.

Congiunzione Giove Saturno

Ne abbiamo parlato con Matteo De Benedetti e Fabrizio Leone che, in collaborazione con la sezione di Savona dell’Associazione Archeosofica, ci tracciano un quadro della situazione.

Cos’è la congiunzione Giove-Saturno

Il fenomeno della congiunzione, in ambito astronomico e astrologico, significa l’avvicinamento di due pianeti nel cielo, osservati dalla prospettiva terrestre. Alcune congiunzioni, specialmente quelle fra i pianeti più lontani dal Sole, si verificano con tempi molto lunghi. Tradizionalmente le congiunzioni dei pianeti “lenti” furono considerate le lancette di un orologio mondiale. L’astrologia ha sempre studiato questi fenomeni come i responsabili dell’evoluzione politica e sociale nella storia del mondo.
La congiunzione Giove-Saturno, di cui tutti abbiamo sentito parlare in questi giorni, in particolare si verifica ogni 20 anni.

Quando si verifica e i suoi cicli

È risaputo che il cerchio dello Zodiaco venga diviso in dodici segni, caratterizzati da quattro elementi fondamentali: terra, aria, acqua, fuoco. Un esempio sono l’Ariete, il Leone e il Sagittario, rappresentanti la triplicità di fuoco.
L’osservazione astronomica conferma che questa congiunzione ha un ciclo ricorrente. Infatti, essa si riproduce dieci volte di seguito in ogni triplicità. Allo scadere di queste dieci ripetizioni vi è il cambio di elemento che fu definito nell’antichità “la grande mutazione”.
Di conseguenza, in un singolo elemento, la congiunzione Giove-Saturno, si ripete dieci volte ogni 20 anni, in un macro-ciclo di 200 anni circa.
A Dicembre del 2020 si è verificata la decima ripetizione della triplicità di terra, che concluderà il suo effetto nel 2040, anno della “grande mutazione” nell’elemento aria.

Curiosità: la grande congiunzione nella storia, effetti e aneddoti

La congiunzione Giove-Saturno ebbe particolare rilievo nei primi secoli dopo l’anno mille. La ricerca astrologica, all’epoca influenzata dalla tradizione Islamica e neo-platonica, tentava di ricostruire la configurazione celeste corrispondente alla nascita del Cristo, ovvero il suo oroscopo. Questa indagine, appoggiandosi sulle osservazioni dell’astronomo arabo Abu Ma’shar, arrivò a supporre che la “Stella dei Magi”, fosse in realtà la congiunzione di questi due pianeti, segno di un cambiamento di carattere globale. Infatti, come confermerà Keplero qualche secolo dopo, tale congiunzione avvenne intorno all’anno zero nel segno dei Pesci, il segno rappresentante la spiritualità e il misticismo.
Per la cronaca astrologica in coincidenza di questa congiunzione si sono verificate svolte decisive. Ad esempio Giove-Saturno congiunti nel Toro nel 1940-41 diedero il via alla tragedia della seconda Guerra Mondiale; la stessa congiunzione nel 1961, diede inizio ad un nuovo scenario politico inaugurato dalla triste morte di Kennedy, avvenuta qualche anno più tardi sotto questa influenza.

La grande congiunzione del 2020

La congiunzione Giove-Saturno del 2020, insieme all’influenza degli altri pianeti (di cui non possiamo entrare ora nel dettaglio), muove la società verso nuove scoperte. Essa ha un carattere rivoluzionario che scardina gli equilibri economico-politici. L’uomo è arrivato ad esaurire le risorse planetarie, con conseguenti catastrofi auto-indotte. Il progresso è stato portato avanti dall’etica del profitto in una condizione che non prevede il bene comune ma solo le logiche economiche.
Il carattere innovativo e rivoluzionario di questa congiunzione segna l’apice di un periodo buio che non può più essere sostenuto: il cambiamento diventa quindi necessario. Giove-Saturno porteranno l’uomo a dover imparare un uso virtuoso e intelligente della tecnologia. Essa si rivelerà essere uno strumento fondamentale per il continuo della società, attraverso la limitazione dell’inquinamento, l’eliminazione degli sprechi di risorse e la gestione di tutti i problemi dovuti alla sovrappopolazione.
In generale si può dire che questa congiunzione preannuncia un ventennio di grandi cambiamenti che porteranno ad una società molto diversa rispetta a quella che abbiamo conosciuto fino ad oggi. Questi cambiamenti saranno necessari e costituiranno il grande processo di gestazione e nascita di un nuovo equilibro. Questo si verificherà con la prossima congiunzione del 2040 nel segno della Bilancia, principio del nuovo macro-ciclo di 200 anni nella triplicità d’aria: la “grande mutazione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.