IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, sopralluogo a Villa Laura: nel 2021 il via ai lavori di riqualificazione

L'edificio sarà destinato alle associazioni e ad ospitare piccoli eventi ed incontri culturali

Andora. Ridare la luce a Villa Laura, questo uno degli obiettivi dell’amministrazione che conta di iniziare i lavori di riqualificazione nel 2021. Questa mattina il sopralluogo del sindaco di Andora, Mauro Demichelis, e dell’assessore alla cultura Maria Teresa Nasi accompagnati da funzionari, tecnici ed operai comunali che hanno dato via allo sgombero per agevolare i rilievi utili alla progettazione definitiva.

La villa degli anni trenta, composta da tre piani di circa 165 mq ciascuno, si affaccia sulla passeggiata a mare: un edificio di suggestiva bellezza, sotto tutela della Sovrintendenza che sarà recuperato e destinato all’uso pubblico. Precedentemente ha ospitato la biblioteca e lo Iat, poi è stata chiusa per problemi di agibilità e oggetto di un lungo contenzioso con la vecchia proprietà che l’aveva ceduta al Comune nel 1976.

“È iniziato ufficialmente lo sgombero. Saranno da verificare eventuali problemi strutturali, ma nonostante l’abbandono da più di venti anni la villa non ha perso il suo fascino ed è, all’apparenza, in buone condizioni – ha dichiarato il sindaco Demichelis –  L’obiettivo è iniziare i lavori nel 2021. La progettazione definitiva ci dirà l’esatto costo complessivo da finanziare  rispetto al milione e 300 mila euro previsti a bilancio nel 2017 e che poi abbiamo dovuto destinare per i lavori di messa a norma della scuola a rischio crollo. Abbiamo già chiesto ed ottenuto 118mila euro da parte dello Stato. Sarà riqualificato anche il vicino tempietto realizzato dai Marchesi Maglione”.

L’amministrazione Demichelis la vuole destinare alle associazioni e ad ospitare piccoli eventi ed incontri culturali. L’assessore Nasi si occuperà della selezione dei libri rimasti nei locali. “È stato emozionate rientrare qui dopo così tanti anni – ha dichiarato – Iniziamo oggi un percorso per restituirla agli andoresi”.

Costruita nella prima metà degli anni ’30 del secolo scorso, residenza un tempo della famiglia Momigliano, la proprietà di Villa Laura è stata definitivamente attribuita al Comune di Andora dal Consiglio di Stato nel 2018 che ha concluso un contenzioso tra l’Ente e l’immobiliare Edilcentro, sulla vertenza sorta intorno ad un “atto di donazione” del 1976,  con cui la società aveva trasferito all’Amministrazione municipale la proprietà dell’edificio a titolo di pagamento degli oneri di urbanizzazione per la realizzazione di un intervento edilizio autorizzato in seguito all’ atto di donazione. Nel 1996 la Edilcentro aveva contestato l’accordo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.