IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Altare, arrivano i gazebo di “Buone Terre”: i consumatori potranno scegliere i prodotti tipici evento

Il secondo sabato del mese a Cairo Montenotte, il terzo ad Altare, il quarto a Millesimo

Altare. Domani mattina Altare potrà tagliare il nastro che darà il via ad un nuovo appuntamento in Valbormida, con i 17 piccoli e piccolissimi produttori della rete “Buone Terre I Mercati della Terra dalla Valbormida al Mare”. I consumatori, dalle 8.00 alle 13.00 potranno scegliere fra l’ampia gamma di prodotti, dall’olio, ai salumi passando dai formaggi, per arrivare ai dolci e alle farine compongono il paniere della spesa proposto dal progetto Buone Terre.

L’apertura dei gazebo, prevista nel mese di dicembre, rimandata a causa delle condizioni metereologiche, si svolgerà domattina in piazza del Consolato e in via Restagno ad Altare.

“Arrivare nella piazza di Altare è per noi di Buone Terre una grande soddisfazione – dice il coordinatore del progetto Walter Orsi -. Purtroppo, il mese scorso la pioggia ci ha fermato, ma, da domani sarà raggiunto un altro degli obiettivi che la rete persegue fin dalla sua fondazione, quello di toccare ogni settimana un paese della Valbormida”.

“Da gennaio – ricorda – saranno tre gli appuntamenti fissi al mese. Il secondo sabato del mese a Cairo Montenotte, come consuetudine nell’ambito del Mercato della Terra, il terzo sabato del mese ad Altare e il quarto sabato a Millesimo. Ora manca solo Carcare ma si dovrebbe a breve aggiungere anche quella piazza”.

“La storia delle Buone Terre – spiega – è quella di aziende, di famiglie, di uomini e donne, che credono negli stessi valori e che hanno scelto di fare rete attraverso e con la natura. Un sodalizio nato per offrire prodotti di elevata qualità, espressione del territorio e dei saperi tradizionali, e per mettere in comune attività, servizi e opportunità”.

“Un insieme di persone, di prodotti, di metodi produttivi, di varietà locali, di ricette, di modalità di coltivazione e di preparazione che si rivolge, come un’unica realtà, ad interlocutori qualificati del mondo della ristorazione e a coloro che ricercano la qualità ed i veri sapori nel fare la spesa. La Rete dei produttori Buone Terre è inoltre attiva nell’organizzazione di laboratori, incontri, conferenze sul tema dell’alimentazione e non solo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.