IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, deiezioni canine in città: il Comune dichiara guerra ai padroni indisciplinati

Multe da 25 a 200 euro, ma i commercianti chiedono di alzare l'importo massimo a 1000

Albenga. E’ iniziata in questi giorni una campagna informativa e di sensibilizzazione con manifesti affissi in tutta la città dove si invitano i padroni di cani ad un comportamento di civiltà e li si informa delle sanzioni in cui possono incorrere.

Albenga campagna deiezioni canine

E’ questo il risultato della protesta che, a metà dicembre, era partita dai commercianti di via dei Mille. Avevano espresso pubblicamente il loro malcontento attraverso articoli, foto e video. Così in un primo momento, dopo l’incontro con gli esercenti, il Comune era corso ai ripari aumentando i controlli della polizia locale.

Nei giorni scorsi sono state elevate alcune sanzioni che vanno dai 25 a 200 euro. Alcuni padroni sono talmente tranquilli di farla sempre franca che addirittura il proprietario di un cane lasciava che il proprio facesse i suoi bisogni davanti al comando della polizia locale di via Bologna. Beccato in flagrante, senza sacchetto e paletta, ma con il corpo del reato ancora fumante, l’uomo è stato multato.

Va segnalato, però, che esiste una criticità riscontrata da chi porta i propri animali a spasso per la città, mancano o sono comunque insufficienti i bidoni piccoli e le campane sono apribili solo con le chiavi, creando quindi difficoltà a chi deve pur mettere il rifiuto canino da qualche parte.

I commercianti di Via dei Mille si ritengono abbastanza soddisfatti per l’ascolto ricevuto e i risultati ottenuti dall’amministrazione, ma ritengono ancora insufficienti gli importi delle sanzioni e anticipano al sindaco Tomatis che avanzeranno la proposta di elevare fino a mille euro la multa. Si verificano ancora episodi di abbandono di deiezioni canine sui marciapiedi e davanti ai negozi. Multe più salate potrebbero essere un deterrente che costringe i cittadini ad un comportamento più civico e rispettoso del bene comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.