IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Finale Ligure il via ai test rapidi: “Il Covid cambierà il nostro modello sanitario” fotogallery

Gazebo pronto e prima fila di auto per i testi rapidi nell'area di Finale Salute

Finale Ligure. La sanità territoriale anti-Covid arriva anche a Finale Ligure, con il via alla campagna di screening dei pazienti asintomatici. I test saranno eseguiti tramite drive through presso Finale Salute: questa mattina i primi tamponi naso-oro-faringei per accertare o meno la presenza del virus.

tamponi test Covid

L’iniziativa sanitaria è stata voluta e appoggiata dall’amministrazione comunale finalese nell’ambito delle azioni di prevenzione rispetto all’emergenza sanitaria: “Grazie ai fondi per il Covid abbiamo investito 75 mila euro per questo nuovo e importante servizio” ha detto il sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli, presenti all’inaugurazione assieme al vice sindaco e assessore Andrea Guzzi e al presidente regionale della Commissione Sanità Brunello Brunetto.

Per gestire il traffico dei mezzi in entrata ed uscita operativi i volontari della Protezione civile, appositamente formati.

Il processo di prelievo ed analisi è molto semplice: il paziente entrerà all’interno di un gazebo a bordo del proprio mezzo; qui (senza scendere dal veicolo) verrà preso il suo nominativo, in seguito sottoposto a prelievo e dovrà attendere l’esito del tampone per circa 15 minuti.

I tamponi possono essere richiesti esclusivamente tramite una prenotazione al numero: 3332362822. Il cittadino non può accedere all’ambulatorio “drive through” senza la prenotazione.

Alle postazioni “drive through” è necessario recarsi in auto e il tampone viene effettuato ai richiedenti senza che questi debbano scendere dal mezzo. Il personale sanitario, infatti, farà il prelievo da naso e gola attraverso i finestrini.

La prima tranche prevede test rapidi per volontari di protezione civile, militi delle pubbliche assistenze e dipendenti comunali. Da metà settimana, il nuovo punto prelievo sarà disponibile a tutti gli altri cittadini, con particolare riferimento al settore scolastico.

“Determinate categorie avranno infatti la gratuità per 3 cicli di tamponature rapide: dipendenti comunali, militi e volontari di Croce Verde e Croce Bianca, insegnanti e operatori scolastici di tutti i plessi finalesi” ha dichiarato il consigliere regionale e presidente della II commissione Salute e Sicurezza sociale Brunello Brunetto. “Oltre a queste categorie – ha aggiunto Brunetto – l’amministrazione Frascherelli ha deciso di finanziare altri tamponi, riservati agli utenti delle fasce deboli, seguiti dal settore Sociale del Comune. Per la restante parte della cittadinanza il servizio sarà a pagamento (40 euro a tampone) ed effettuabile su semplice prenotazione”.

Il progetto ‘Tampone rapido per la Città’ è stato seguito ai vari livelli dal vicesindaco Andrea Guzzi e dall’assessore Clara Brichetto, che hanno raccolto l’idea promossa dal Consorzio Liguria Salute: “Da sottolineare come saranno determinanti in questa iniziativa i volontari di Protezione civile, Croce Verde e Croce Bianca di Finale Ligure. Il loro aiuto operativo per la gestione di prenotazioni e flussi dei cittadini interessati ai tamponi sarà indispensabile” ha concluso Brunetto.

“Direi un modello preventivo di particolare valore e importanza sotto il profilo sanitario – ha sottolineato il medico di Finale Salute Flaminio Richeri -. Indubbiamente la pandemia e questa emergenza cambieranno il nostro modello sanitario: una maggiore integrazione tra medici, centri salute, assistenza domiciliare e sistema ospedaliero, sulla base di esigenze e priorità stabilite e coordinate”.

“Sicuramente una svolta per il futuro che, però, non deve far dimenticare questi mesi drammatici: all’inizio noi medici siamo stati quasi messi da parte, ora siamo diventati attori protagonisti, sperando che il piano di vaccinazioni possa fermare il virus. Per quello che riguarda Finale Salute tutti i medici hanno dato piena adesione” ha concluso Richeri.

E sulla situazione pandemica: “Credo che ci vorranno ancora alcuni mesi prima di vincere questa sfida – ha aggiunto ancora il sindaco Frascherelli -. Dobbiamo tenere alta la guardia sotto ogni aspetto, con l’auspicio che i vaccini facciano la loro parte”.

“Indubbiamente il regime si restrizioni e limitazioni comporterà ancora conseguenze per il nostro tessuto produttivo e commerciale, penso al settore turistico che nel comprensorio finalese è una fetta importante e decisiva della nostra economia. Serviranno ancora aiuti, ma l’importante è restare uniti e fare comunità per superare questa drammatica crisi” ha concluso il primo cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.