IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vigilanza sul Recovery Fund, Bozzano (Cambiamo!): “Tre rappresentanti per favorire rilancio e controllo”

"Avere in campo tre figure di grandissima levatura professionale e di assoluta garanzia per il rispetto della legge"

Liguria. “Suggerirei la ricerca di un equilibrio tra i due aspetti, rilancio e vigilanza, creando una struttura composta da tre rappresentanti: uno di nomina governativa, uno di nomina del Consiglio Superiore della Magistratura e il terzo nominato del Consiglio nazionale forense. Ciò per avere in campo tre figure di grandissima levatura professionale e di assoluta garanzia per il rispetto della legge”.

Questa la proposta di Alessandro Bozzano, consigliere regionale di Cambiamo e vicepresidente della commissione antimafia di Regione Liguria in reazione alle “ultime notizie che parlano di una squadra di 60 esperti nominati per vigilare sull’uso dei fondi in arrivo dall’Europa per fronteggiare l’emergenza”.

“Bene che lo Stato stia studiando soluzioni per impedire che le risorse del Recovery Fund possano essere interessate da infiltrazioni criminali o episodi di corruzione”, concede.

“Mi chiedo però – aggiunge il consigliere – se istituire una sorta di mini ministero ex novo non dia nuovo respiro alla burocrazia, andando a rallentare le misure di rilancio del Paese senza poi assolvere a dovere alla funzione di vigilanza per cui è stato creato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.