IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, crolla l’edicola votiva di Alpicella: Comune e Sovrintendenza la ricostruiscono foto

Tappa fissa per migliaia di varazzini che percorrevano quel sentiero per giungere al Monte Beigua

Varazze. “È stata subito allertata la Sovrintendenza ai Beni Artistici e Culturali: il Comune di Varazze, insieme agli amici del Museo dell’Alpicella, provvederà al più presto a recuperare i pezzi più significativi dell’edicola e a sistemarli provvisoriamente nelle sale museali”.

Si è messo subito al lavoro l’assessore comunale alla cultura Maria Angela Calcagno dopo la notizia del crollo del “Nicciu du Briccu di Bruxin”, piccolo, grande simbolo della tradizione votiva varazzina. Inerpicato a poche centinaia di metri, nel fitto bosco, che guarda la centrale Piazza dell’Alpicella e sbriciolatosi, probabilmente, a causa delle ultime, forti piogge.

L’edicola votiva, di memoria antica, che al suo interno inglobava anche un menhir è oggi ridotta ad un insieme di massi, cemento e fango ora coperto dalla neve che nei giorni scorsi è caduta in maniera copiosa.

Tappa fissa per migliaia di varazzini, e non solo, che da tempo immemorabile percorrevano quel sentiero per giungere al Monte Beigua. Luogo del cuore ancora oggi: per questo gli affezionati a quell’antico simbolo che sbucava lungo il loro cammino hanno chiesto che venga riedificato al più presto. Il Comune è già al lavoro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.