IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tragedia Quiliano, rientro in patria delle salme dei due ragazzi curdi: avviata una raccolta fondi

"Ci sembra umanamente doveroso aiutare le loro famiglie a riavere almeno le loro salme per poterli salutare un'ultima volta"

Quiliano. ACLI, ANPI, ARCI, Caritas, CGIL, CISL e UIL di Savona, in relazione al tragico evento avvenuto nella notte del 23 dicembre, hanno deciso di lanciare una sottoscrizione pubblica, in collaborazione con la rappresentanza in Italia del Governo Regionale del Kurdistan e i Comuni di Quiliano e Vado Ligure, per contribuire al rientro delle salme dei due ragazzi kurdi, di 19 e 23 anni, travolti dal treno presso la stazione di Vado-Quiliano.

“Ragazzi provenienti da una terra sconvolta – si legge in una nota – da ormai numerosi anni, da eventi bellici e che cercavano di raggiungere la Francia per costruirsi una vita migliore. Hanno trovato invece una terribile morte proprio nella nostra provincia”.

“Ci sembra umanamente doveroso aiutare le loro famiglie a riavere almeno le loro salme per poterli salutare un’ultima volta e seppellire, secondo le proprie usanze, nei propri cimiteri. Il costo complessivo del trasporto è di 6.000 euro e nel beneagurato caso che si superasse tale cifra, la somma rimanente verrà consegnata alle famiglie dei due ragazzi. Ringraziamo anticipatamente tutti i cittadini che vorranno contribuire” concludono i promotori dell’iniziativa.

I versamenti si possono fare sui conti bancari:

ACLI c/o Banco BPM SAVONA -IBAN IT90G0503410600000000016699;

ARCI c/o CARIGE – IBAN IT42W0617510610000001299780;

CARITAS DIOCESANA c/o CARIGE – IBAN IT18N0617510610000010507580.

Causale: “Per il rientro in patria delle salme dei due ragazzi kurdi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.