IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pubblicità scandalo a Savona, Ops Group: “Non siamo noi i responsabili della campagna”

Caprioglio: "Ho nuovamente richiesto alla polizia municipale di verificare la proprietà degli impianti in cui sono affissi i manifesti"

Savona. Riceviamo e pubblichiamo una nota di Ops Group a proposito delle dichiarazioni del sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, rispetto allo slogan pubblicitario finito nella bufera in quanto giudicato sessista.

Nei giorni scorsi «Ops Group» é stata erroneamente indicata come responsabile della campagna pubblicitaria di una concessionaria d’auto savonese ed è stata pubblicamente esposta alla pubblica gogna dalle dichiarazioni della signora sindaca di Savona Ilaria Caprioglio come responsabile di una comunicazione lesiva della dignità della donna e sessista. Tuttavia ci preme sottolineare che «Ops Group» è totalmente estranea al fatto. Non è responsabile di quella campagna pubblicitaria, realizzata invece da altra azienda di comunicazione che non ha alcun rapporto né di lavoro né di collaborazione con la nostra azienda.

Le censure e la diffida della signora sindaca Ilaria Caprioglio sono state comunicate ufficialmente ad «Ops Group» tramite pec, ai media locali, anche online, creando un grave danno d’immagine, soprattutto perché «Ops Group» é una stimata azienda pubblicitaria operante da quasi 60 anni (1961/2021) su tutto il territorio italiano, da sempre attenta e sensibile, nell’attività di comunicazione. Ad oggi, tuttavia, non é pervenuta alcuna risposta dagli uffici comunali di Savona cui il grave errore é stato da giorni segnalato.

Il sindaco Caprioglio risponde ricordando che “le mie dichiarazioni alla stampa in merito alla vicenda sono state le seguenti:

Appena sono venuta a conoscenza della presenza nella nostra Città di cartellonistica sessista mi sono, immediatamente, attivata al fine di procedere, tramite gli uffici, alle opportune verifiche. A Savona non accettiamo la mercificazione del corpo delle donne e gli slogan offensivi della loro dignità. Nel 2016, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, avevo personalmente invitato l’amico fotografo Ico Gasparri per parlare del suo decennale lavoro di sensibilizzazione contro questa forma di violenza che si affaccia sui muri delle città ed è visibile a tutti, compresi i nostri bambini. La Polizia Municipale sta procedendo a ulteriori controlli anche al fine di accertare se sussistono le condizioni per ordinare la rimozione.

“A seguito di tali controlli la polizia municipale aveva indicato, agli uffici comunali competenti, la Ops Group come proprietaria degli impianti su cui sono apparsi i manifesti pubblicitari in questione, e per tale motivo è stata redatta una lettera indirizzata a tale società, e per conoscenza alla Dream car, invitandola ad adottare i più opportuni accorgimenti idonei a tutela dell’interesse pubblico in materia di pubblicità sessista. Sono stata personalmente contattata il sabato seguente, non per vie istituzionali, dall’amministratore unico della società, al quale ho immediatamente dato riscontro invitandolo a scrivere o contattare la mia segreteria”.

“Successivamente alla nota di Ops Group in cui si dichiarava estranea ho nuovamente richiesto alla polizia municipale di verificare la proprietà degli impianti in cui sono affissi i manifesti per comprendere se abbiano erroneamente indicato tale società, nel qual caso mi scuso a nome dell’amministrazione comunale. Resta il fatto che il proprietario di un impianto pubblicitario che accoglie cartelloni di un soggetto autore di una campagna pubblicitaria sessista non possa dichiararsi estraneo e che come sindaco farò il possibile affinché tali manifesti vengano rimossi e non siano consentite in futuro nuove affissioni lesive della dignità delle donne”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.