IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Privatizzazione ospedali, fumata grigia dal Consiglio di Stato per il ricorso della Regione foto

I giudici hanno stabilito la necessità di effettuare ulteriori approfondimenti e perciò hanno rimandato ogni decisione a data da destinarsi

Albenga/Cairo Montenotte. Fumata grigia dal Consiglio di Stato, che nell’udienza dello scorso 10 dicembre ha valutato il ricorso presentato dalla Regione a seguito della decisione del Tar della Liguria di accogliere l’altro ricorso, presentato dal Policlinico di Monza, relativo al bando per l’assegnazione della gestione degli ospedali di Albenga e Cairo.

Nonostante il dibattimento fosse atteso da circa sei mesi (la notizia dell’accoglimento del ricorso presentato dal Policlinico di Monza è dei primi di giugno), l’esito è stato tutt’altro che risolutivo, anzi. I giudici del Consiglio di Stato, infatti, hanno stabilito la necessità di effettuare ulteriori approfondimenti e perciò hanno rimandato ogni decisione (e ogni altra udienza) a data da destinarsi.

A giugno Toti aveva commentato l’accoglimento del ricorso da parte del Tribunale Amministrativo ligure affermando immediatamente l’intenzione di presentare ricorso al Consiglio di Stato: “La gara è stata fatta due volte ed analizzata in ogni suo aspetto. Ci auguriamo che vengano riconosciute le buone ragioni e venga data la possibilità di portare avanti un progetto virtuoso. Purtroppo ai ritardi endemici e alla lentezza tipica della burocrazia italiana si aggiunge il malvezzo delle aziende di ricorrere contro tutto e tutti. Mi spiace, perchè occorrerà ancora aspettare per vedere partire un percorso positivo”.

La gestione per una durata di 7 anni (prorogabili per ulteriori 5) era stata vinta dall’Istituto Ortopedico Galeazzi grazie a un’offerta con il 5 per cento per cento di sconto sul prezzo a base d’asta e a una valutazione da 60,15 punti per l’offerta tecnica, superando l’unico concorrente presente, appunto il Policlinico, che pur avendo presentato un’offerta con il 5,55 per cento di sconto sul prezzo a base d’asta aveva ottenuto solo 53,39 punti per l’offerta tecnica. Nella graduatoria finale, quindi, composta dai punteggi di offerta tecnica ed economica, l’istituto Galeazzi con 87,42 punti aveva battuto il Policlinico di Monza con 83,39 punti.

Il Policlinico, già allora, aveva presentato ricorso sostenendo che “erano stato indicati dei ricavi aggiuntivi sovrastimati”. Una tesi accolta dal Tar che aveva chiesto alla commissione di rivalutare le offerte alla luce delle contestazioni dell’azienda di Monza. Alla fine però era arrivata nuovamente, a dicembre 2019, la riassegnazione all’Istituto del Gruppo San Donato.

A febbraio era quindi arrivato un secondo ricorso, questa volta relativo ad una “eccessiva e impraticabile previsione di occupazione dei posti letto per degenza ordinaria”. Un nuovo stop che aveva generato forti preoccupazioni anche tra cittadini, operatori ospedalieri e amministratori di Albenga e Cairo: il timore (poi confermato) era di un nuovo slittamento delle tempistiche per l’affidamento, ma non solo. Lo scorso 22 febbraio, infatti, sarebbe dovuta cessare anche la proroga concessa al Policlinico di Monza per portare avanti il reparto di Ortopedia, con conseguente spettro licenziamento per i lavoratoriIpotesi scongiurate grazie ad un ulteriore proroga di 6 mesi (fino ad agosto 2020) concessa da Regione Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.