IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte Morandi, i familiari delle vittime dopo la perizia: “La conferma che tutto poteva essere evitato”

"Un importante tassello nella ricerca della verità, che deve andare avanti"

Liguria.  Mancanza di manutenzione, questa la causa del crollo del Ponte Morandi secondo i periti del gip. Arriva subito il commento da parte del comitato dei parenti delle vittime: “Con la consegna del lavoro peritale in risposta ai quesiti del GIP, avvenuta ieri, viene inserito un importante tassello nella ricerca della verità”.

“Nell’attesa di ricevere il testo, attenendoci a quanto emerso in queste ore, possiamo constatare che molte delle fantomatiche cause emerse in questi mesi siano state definitivamente tacitate, è molto triste ma finalmente chiaro avere conferma che tutto poteva essere evitato – scrive Egle Possetti, presidente del comitato e dal quel maledetto 14 agosto in prima linea per scoprire la verità su questa immane tragedia – I nostri cari sono stati uccisi, nessuno potrà far tornare indietro il tempo, possiamo solo continuare a lottare con fermezza e determinazione per la ricerca della verità”.

“Ringraziamo i periti, la procura, gli inquirenti, il tribunale per il duro lavoro che hanno fatto e faranno per far emergere la verità – conclude il comitato – Auspichiamo che tutti coloro che fino ad ora hanno avuto dubbi sulla nostra battaglia, anche di civiltà, possano condividerla ed appoggiarla”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.