IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo carcere, Foscolo (Lega): “Importante anche per Pietra Ligure, sollecitiamo insieme il Governo””

"Una carenza inaccettabile, che crea infiniti problemi e che non può andare avanti"

Pietra Ligure. Nuovo carcere in provincia di Savona, la questione tanto dibattuta in questi giorni arriva anche in Consiglio Comunale a Pietra Ligure, su proposta della deputata della Lega, Sara Foscolo. “Ho presentato un ordine del giorno da discutere nella prossima seduta del Consiglio Comunale – annuncia – il nostro comune non è direttamente coinvolto, ma accoglie una caserma dei carabinieri e un comando di Polizia Locale che ne trarrebbero beneficio”.

“Il provvedimento – spiega – impegna sindaco e giunta a farsi portavoce presso la Regione Liguria perché si attivi con i Ministeri competenti affinché la costruzione del nuovo carcere avvenga nel più breve possibile. Auspico che ogni forza politica condivida questa iniziativa: con l’impegno di tutti, possiamo sollecitare il Governo ad agire, una volta per tutte”.

Non è la prima volta, infatti, che la deputata leghista si mette in prima linea per la costruzione di un nuovo carcere nel savonese: “Dopo aver interrogato più volte i rappresentanti del Governo in Parlamento – dichiara – ho deciso di portare la questione anche sul territorio, ora che la problematica è tornata sulle cronache e coinvolto tutte le forze politiche: sono soddisfatta che, a seguito delle battaglie della Lega a Roma, in provincia di Savona anche forze politiche che in precedenza avevano ignorato la questione oggi abbiano ritrovato interesse per questa vicenda, meglio tardi che mai”.

Un carcere che sarebbe molto importante per tutta la provincia: “Dopo la chiusura e la dismissione del Sant’Agostino di Savona quattro anni fa, a dispetto delle dichiarazioni dell’allora Ministro della Giustizia e delle attuali forze di Governo – conclude Foscolo -,  Savona a oggi è l’unica provincia in tutta Italia a non avere un istituto penitenziario, unico circondario del tribunale privo di carcere, con comprensibili e inevitabili disagi alla procura, agli avvocati, alla Polizia Penitenziaria, ma anche agli stessi familiari dei detenuti. Una carenza inaccettabile, che crea infiniti problemi e che non può andare avanti: a tutt’oggi non esiste un progetto per un nuovo carcere e il Ministero sta ancora valutando possibili soluzioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.