IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Neve e autostrade nel caos, esposto per “disastro colposo”: class action per i risarcimenti fotogallery

E con nuove nevicate si teme il "bis": "Aspi ormai ha dato prova di incompetenza e di impunità costante"

Liguria. La resa dei conti dopo il caos viabilità per l’emergenza neve in Liguria e nel savonese. Il venerdì nero delle nostre autostrade imbiancate non è terminato, almeno dal punto di vista delle polemiche: se Aspi ha annunciato che rimborserà il pedaggio per tutti gli automobilisti e camionisti rimasti bloccati nella neve, le associazioni dei consumatori non si accontentano e preparano le carte per un esposto da depositare alla Procura della Repubblica per “disastro colposo”.

L’iniziativa è di Assoutenti, che sta raccogliendo le adesioni per una azione legale collettiva, una class action, che possa riunire tutte le persone che sono rimaste intrappolate dai venti centimetri di neve caduti sulle tratte autostradali liguri, per ottenere un risarcimento: si parla di almeno 30 euro per ogni ora di attesa al freddo sull’autostrada, più ovviamente l’eventuale pedaggio se non rimborsato da Aspi: “In merito al gelicidio autostradale e alla situazione inaccettabile cui stiamo assistendo in queste ore, Assoutenti Liguria sta predisponendo un esposto per disastro colposo alla Procura della Repubblica contro Autostrade. L’associazione sta inoltre raccogliendo le adesioni per una class action finalizzata a un rimborso che preveda un risarcimento di almeno 30 euro per ogni ora trascorsa bloccati al freddo oltre al rimborso del biglietto ove questo fosse fatto pagare. Le segnalazioni possono essere fatte pervenire all’indirizzo email nessunoescluso@assoutenti.it. Assoutenti insieme alle altre associazioni liguri dei consumatori e utenti riconosciute da Regione Liguria si mette a completa disposizione dei cittadini che hanno subito e stanno subendo questi disagi gravissimi” afferma l’associazione dei consumatori.

La doppia via legale, esposto e class action, scuote anche i vertici istituzionali. Dopo le aspre critiche dell’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone per la gestione della situazione “prevista con 24 ore di anticipo”, e le frecciate del governatore Giovanni Toti (che ha richiamato anche le responsabilità del Mit), arriva la proposta dell’assessore regionale alla tutela dei consumatori Simona Ferro, che promette al più presto un tavolo con i vertici di Aspi volto alla tutela dei consumatori liguri: “Non posso pensare che ogni volta che si prenda l’autostrada una persona sappia a che ora parte ma non se e quando arriva. Questo è intollerabile ed Aspi ormai ha dato prova di incompetenza e di impunità costante, prima i mesi di blocco questa estate, poi i costanti cantieri non programmati e ora alle prime e previste nevi il blocco della rete”.

Un blocco della rete scatenato da non più di una ventina di centimetri di neve, che in pochi minuti ha mandato in tilt uno dei nodi autostradali più strategici del paese, al servizio del porto più importante d’Italia. Una situazione che in molti temono potrebbe ripetersi già nelle prossime ore, visto che le previsioni parlano chiaramente di nuove precipitazioni, anche robuste, su tutto l’arco appenninico ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.