IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Natale blindato in riviera: maxi controlli in stazioni, ai caselli e nei luoghi della movida

Il Ministro Boccia: "Dovremo passare il Natale ognuno a casa propria"

Provincia. “Dobbiamo fare delle scelte per tutelare i più fragili e gli anziani, a costo di sfiorare l’impopolarità. Dovremo passare il Natale ognuno a casa propria“, ha dichiarato mercoledì sera il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia intervistato in diretta su Sky Tg24, prima del confronto con le Regioni.

Il presidente di regione Liguria Giovanni Toti si è più volte dichiarato contrario a qualunque inasprimento ulteriore rispetto alle misure già previste. Anche in occasione della conferenza Stato-Regioni, il governatore ligure si era fatto promotore della richiesta di togliere il limite dei confini comunali per gli spostamenti nei giorni 25, 26 dicembre e 1 gennaio come stabilito dal Dpcm di Natale.

La decisione definitiva è attesa nella giornata di oggi, dopo la riunione del Consiglio dei Ministri prevista alle 18, sulle possibili, ormai quasi sicure, ulteriori restrizioni che saranno previste per il periodo delle vacanze di Natale.

Nel frattempo, il Viminale ha annunciato una intensificazione dei controlli. In vista del possibile aumento degli spostamenti nel fine settimana sono stati pianificati “specifici servizi sulla rete viaria stradale e autostradale e, per evitare assembramenti, nelle stazioni ferroviarie, portuali ed aeroportuali, nonché presso i terminal di trasporto pubblico”. Questo quanto quanto emerso nel corso del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha esaminato le misure da adottare per Natale, prevedendo anche un “rafforzamento” delle attività di controllo del territorio “anche in funzione dei reati di strada, suscettibili di incremento in ragione della maggiore circolazione di persone e merci”.

Per “la prevenzione del rischio di contagio mirate attività di controllo interesseranno i locali pubblici e d’intrattenimento, nonché le aree abitualmente ritrovo dei giovani”, ha comunicato il Viminale. Questa è la linea adottata nel corso della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduta questa mattina dal ministro Luciana Lamorgese.

A livello locale, per la Provincia di Savona, per prepararsi alle nuove restrizioni e garantirne l’applicazione, nella mattinata di martedì 15 dicembre si è riunito, presso la Prefettura di Savona, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica con la partecipazione del Questore, dei comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, del comandante della Capitaneria di porto, dei rappresentanti delle varie specialità della Polizia di Stato, nonché del Presidente della Provincia e del Vicesindaco di Savona.

La riunione ha permesso di definire le linee direttrici dei servizi straordinari di controllo del territorio da attuare, nel periodo compreso tra il 21 dicembre e il 6 gennaio prossimi, con la finalità di scoraggiare gli spostamenti non consentiti e punire le violazioni delle altre misure restrittive anti contagio da covid-19. Per garantire un’implementazione efficace del piano, durante la riunione del Comitato, i partecipanti hanno convenuto sulla necessità di avvalersi per i controlli anche dell’impiego delle Polizie Locali, peraltro in conformità degli indirizzi del Ministero dell’interno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.