IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo, la minoranza: “Rischio chiusura per l’asilo nido, immobilismo dell’amministrazione”

"Dopo la riduzione degli iscritti e l'aumento delle tariffe, la Giunta non ha mosso un dito per trovare soluzioni concrete"

Millesimo. Delucidazioni su cosa farà l’amministrazione per fare fronte alle criticità legate alla gestione dell’Asilo Nido Comunale “Albero Rosso” e per pilotare l’importante fase di cambiamento che dovrà vivere la Scuola dell’Infanzia dopo la chiusura della sezione privata. Questa la richiesta del gruppo consiliare “Diventiamo Sindaco” al primo cittadino Aldo Picalli.

“Siamo soliti usare l’ironia – commentano – per scuotere una Giunta che troppe volte si è fatta trovare impreparata e immobile di fronte alle vere sfide che un comune come il nostro deve obbligatoriamente vincere, ma questa volta la preoccupazione di vedere chiudere o ridimensionare alcuni servizi fondamentali è concreta”.

“Dopo aver individuato nell’aumento delle tariffe della casa di riposo e di alcuni servizi scolastici l’unica soluzione per affrontare le naturali difficoltà a cui un’amministrazione è chiamata a dare risposte efficaci, ora è la volta dell’asilo nido: fino a 750 euro in più all’anno per una famiglia di Millesimo e oltre 1.200 per chi decide di portare il proprio figlio dai comuni limitrofi” spiegano dalla minoranza.

“Nonostante l’allarme lanciato quest’estate da parte dei gestori – proseguono -, la Giunta non ha mosso un dito per trovare soluzioni concrete nemmeno dopo aver registrato la diminuzione degli iscritti, rischiando così di portare alla chiusura un servizio per il cui mantenimento le precedenti amministrazioni hanno lottato, affrontando numerose difficoltà e rendendolo un punto di riferimento anche per i comuni a noi vicini”.

E poi l’affondo: “L’interrogazione vuole essere uno strumento per dare risposte a quei millesimesi che non sono più disposti a tollerare in silenzio questo immobilismo di fronte alle vere sfide che un’amministrazione è chiamata a vincere. Una preoccupante improvvisazione che con il tempo rischia di condannare la nostra comunità a perdere servizi fondamentali mentre la Giunta sarà impegnata nella scelta delle nuove luminarie di Natale e dei vasi di fiori per abbellire i ponti del paese” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.