IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marketing turistico post Covid: ad Alassio primo incontro con Josep Ejarque foto

Uno dei massimi esperti del settore stamani ha incontrato le associazioni di categoria alassine. Galtieri: "Dobbiamo affrontare una nuova realtà turistica, nulla sarà più come prima"

Più informazioni su

Alassio. Si è svolto questa mattina, nell’Auditorium Roberto Baldassarre della Biblioteca Civica di Alassio, il primo incontro tra le associazioni di categoria alassine, lo staff dell’Ufficio Turismo e Comunicazione del Comune di Alassio e Josep Ejarque, l’esperto a cui il Comitato di Coordinamento per il Turismo della Provincia Savona ha conferito l’incarico di rivedere il piano di marketing turistico su scala provinciale a seguito delle inevitabili ricadute ex Covid 19. In questa direzione, nei giorni scorsi il Comune di Alassio ha approvato un piano di indirizzo per analogo studio segnatamente alla realtà alassina.

“Insieme ai componenti del CLT abbiamo ​recentemente affrontato la complessa questione che sta investendo la nostra cittadinanza in termini di flussi turistici – ha introdotto l’incontro l’Assessore al Turismo del Comune di Alassio, Angelo Galtieri – Il precedente piano marketing non faceva i conti, nè poteva farli, con l’emergenza sanitaria e le ricadute che ha causato e causerà sul territorio. Di qui la necessità di affrontare in maniera differente il problema. Non credo di dover spendere parole per presentarvi Josep Ejarque. Il suo curriculum vitae, la straordinaria esperienza nel settore del marketing turistico parlano per lui. Avendo già avuto l’incarico dalla Camera di Commercio savonese, abbiamo ritenuto ragionevole inserirci in questo progetto e di avvalerci della sua professionalità e competenza. Gli abbiamo chiesto come affrontare e gestire questa situazione e ci sono già stati forniti spunti di riflessione interessanti”.

“Frequento Alassio abitualmente – ha dichiarato lo stesso Josep Ejarque prendendo la parola – è una realtà che conosco bene in tutti i suoi aspetti, quelli più positivi e quelli che magari lo sono meno. Credo sia un bel vantaggio. Per quanto riguarda Alassio come destinazione turistica post Covid, possiamo basarci su alcune considerazioni, ma certo non abbiamo la sfera di cristallo. Possiamo ragionevolmente dire che rispetto al 2020, il prossimo anno sarà per certi aspetti più duro, almeno nei suoi primi mesi. Poi potremo iniziare a registrare i primi veri segni di ripresa. Intanto dobbiamo prendere atto che la crisi che ha investito il settore ha già superato il punto di non ritorno, quel punto cioè dove, anche azzerando le cause, si possa ripristinare lo status quo del pre Covid. Ecco, quello non potrà più essere. Inevitabilmente l’approccio, le richieste, gli obbiettivi di chi si muoverà per turismo saranno differenti. Ma dovremo imparare ad andare a cercare i nostri clienti. In passato erano loro a cercare Alassio che era la meta turistica di sempre delle famiglie piemontesi e lombarde. Ora dovremo non solo resettare l’offerta su nuovi parametri come relax e sicurezza sanitaria e pensare a promuoverci nei modi più efficaci”.

Josep Ejarque è uno dei massimi esperti del Destination Marketing e Destination Management. In estrema sintesi: dal 1985 al 1995, responsabile di Marketing e Comunicazione dell’Ente del Turismo della Catalogna e Barcellona. Dal 1995 al 1999 alla direzione dell’ente del Turismo della Corugna, in Spagna. Dal 1999 al 2005, direttore dell’ente Turismo Torino, soggetto responsabile del Destination Management e Marketing della città di Torino e con responsabilità nell’organizzazione dei XX Giochi Olimpici Invernali. Dagli inizi del 2006 e fino al 2008 è stato direttore generale dell’Agenzia Regionale per il Turismo del Friuli Venezia Giulia. Oggi è presidente della Four Tourism, società di consulenza specializzata in management e marketing turistico delle Destinazioni Turistiche.

“Gli uffici stanno predisponendo l’incarico ufficiale – la conclusione di Galtieri – che sarà finanziato, in accordo con il CLT, con i proventi della Tassa di Soggiorno e che si prevede di rinnovare per i prossimi tre anni”.

Nella delibera di indirizzo, l’amministrazione Melgrati Ter si è infatti espressa “favorevolmente, in merito agli interventi di promozione, all’implementazione dell’attività di marketing già assegnata dal Comitato di Coordinamento provinciale, mediante l’acquisizione di un dettagliato piano di marketing di riattivazione post covid 19, finalizzato a raggiungere i seguenti risultati:
– Mantenere e rafforzare l’immagine di destinazione nel mercato durante la pandemia,
– Generare fiducia nel settore turistico cittadino e nella domanda di offerta verso la destinazione “Alassio” con particolare riguardo alla clientela “Silver age”,
– Massimizzare gli sforzi tra i diversi attori cittadini,
– Costruire un posizionamento competitivo della destinazione nel mercato turistico nazionale e internazionale.
Detti obbiettivi dovranno essere perseguiti tramite una strategia di prodotti e servizi turistici rivolti al turismo familiare, turismo silver, turismo benessere e altri settori di nicchia; dovrà comprendere una dettagliata strategia di comunicazione e promozione diversificata per i vari canali al fine di fornire un concreto strumento operativo a disposizione dei diversi soggetti pubblici e privati coinvolti nel settore turistico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.