IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Asd Savona guarda al futuro ricordando la propria storia: “Nuove maglie ispirate agli anni ’40, ’50 e ’60”

La divisa delle stagioni che verranno ricorderà a giocatori e staff il passato glorioso del Savona

Savona. Il concetto di bellezza segue le mode e i gusti dei tempi. E non è raro che ciò che in un certo periodo viene giudicato bello ben presto possa essere reputato obsoleto. Ci sono però cose che sfuggono alla tirannia del tempo che passa e delle idee che cambiano. Sono cose che vanno oltre la mera apparenza perché portano con sé una storia e dei valori.

Nuove maglie Asd Savona

In questa chiave si può leggere la scelta del nuovo Asd Savona di non far realizzare una maglia bella e basta, seguendo i canoni del tempo, delle divise girocollo e con motivi stravaganti, originali secondo alcuni o di cattivo gusto secondo altri. La nuova divisa degli striscioni, infatti, è un richiamo all’orgoglio di una città e all’importante eredità calcistica che il sodalizio del presidente Grenno ha deciso di far proseguire. Strisce larghe, tre bianche e due blu, maniche bianche e colletto blu con tanto di laccetti retrò per la prima divisa. Total blue con banda verticale bianca e maniche blu la seconda. Anche qui colletto con i laccetti, per ricordare a tutti le radici del calcio sotto la Torretta.

Il vicepresidente Marinelli commenta: “Crediamo di aver dato a Savona le divise che la città merita e siamo sicuri che il meglio deve ancora venire. Manterremo tutti i prossimi obiettivi. In primis, lavoriamo per il ritorno allo stadio ‘Bacigalupo’. Faremo di tutto, appena sarà aperto un bando, per tenere fede a quanto promesso e per riportare il Savona dove merita. Per quanto concerne le divise abbiamo voluto rimarcare la storia”.

Parola poi al presidente Grenno: “Abbiamo voluto proporre maglie che rimandano a quelle indossate dai giocatori del Savona negli anni ’40, ’50 e ’60 e con i colori che hanno sempre rappresentato la nostra città in tutta Italia a livello calcistico. Abbiamo realizzato studi sulle divise del passato grazie anche alla Errea di Parma. La maglia delle prime nostre quattro apparizioni sarà considerata come terza muta. Questo è un ulteriore passo di avvicinamento verso la città. Ringrazio tutti coloro che ci sono stati vicini e spero che il 2021 possa essere un anno migliore rispetto a quello appena trascorso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.