IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Topi da garage” ad Alassio: denunciate tre persone per furto e rapina foto

L'allarme scattato ha subito allertato la Polizia di Alassio

Alassio. Devono rispondere dell’accusa di furto, tentato furto e rapina i tre uomini di origine nordafricana denunciati dalla Polizia di Stato di Alassio nella notte tra sabato e domenica scorsa per essere stati trovati nascosti all’interno di un’auto accanto ad alcuni box svaligiati.

Da diversi mesi il comando alassino della Polizia di Stato sta indagando per trovare i responsabili di alcuni furti che sono stati effettuati all’interno di numerosi garage situati in via Adelasia, dietro alla stazione ferroviaria di Alassio.

Il complesso di box è interrato e tale conformazione facilitava il lavoro dei malviventi, che potevano agire indisturbati. I garage, per di più, sono nelle disponibilità di proprietari di seconde case e ciò rendeva difficile accertare i furti in tempi brevi. Anche per questo, gli agenti hanno ottenuto dall’amministrazione del complesso alcuni telecomandi per poter accedere all’area durante i pattugliamenti.

Nella notte tra sabato e domenica scorsa, è scattato l’allarme e, dopo un giro di ispezione, sono stati così individuati tre giovani di origine nordafricana tra i 25 e i 35 anni nascosti a bordo di un’auto (un Doblò). E’ subito scattata la perquisizione, che ha permesso di rintracciare degli strumenti utili per lo scasso.

I tre giovani sono stati così denunciati a piede libero, per furto, rapina e possesso ingiustificato di arnesi per lo scasso, oltre essere stati multati per aver violato le norme del Dpcm.

Secondo le prime indagini, l’azione dei tre malviventi era stata mossa da una questione lavorativa: gli uomini infatti lavorano all’interno di un’officina e avrebbero utilizzato gli oggetti rubati per la loro attività.

Le indagini, che proseguono per comprendere se la “banda dei box” è stata arginata o conta altri coinvolti, sono state portate avanti da Pirre, dal pm Sala con la supervisione del questore.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.