IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ilaria Mumura per il Filse, Sansa: “Vecchia politica”. Lega e Cambiamo: “Polemiche incoerenti”

Botta e risposta tra Sansa ed il Carroccio

Liguria. Oggi alla Commissione Bilancio della Regione approda la proposta di candidatura per la sostituzione di un componente nel cda di Filse, la Finanziaria regionale. “Un posto ambitissimo dalla politica. Sul tavolo un solo nome fatto dalla Lega: Ilaria Murmura” racconta il consigliere regionale Ferruccio Sansa.

“Di chi parliamo? Di un avvocato, si legge nel curriculum inviato dalla candidata. Ma ad andare a leggere le cronache si scopre altro: Murmura è uno dei dirigenti della Lega di Salvini ad Arenzano. Un nome molto caro ai vertici liguri. Non solo: è stata candidata alle ultime elezioni regionali proprio con la Lega. Ancora: era stata scelta dal Comune di Genova di Marco Bucci per il consiglio di amministrazione della Fondazione Carige (si è dimessa proprio perché candidata e non è riuscita a rientrare dopo aver perso le elezioni)” sottolinea Sansa.

E poi l’affondo: “Qui non si vuole discutere il valore professionale di Murmura (non la conosciamo) – spiega – Ma piuttosto il vecchio costume italiano di proporre per le poltrone pubbliche persone di partito. L’abitudine di sistemare così chi magari è stato trombato alle elezioni. Così negli anni la politica italiana, oltre alla credibilità, ha perso una grande occasione: selezionare una classe dirigente nuova e indipendente. Meglio chi ha la tessera. Niente di illegale, per carità, ma sa tanto di vecchia politica. Quella di cui non abbiamo nostalgia. Una volta si chiamava lottizzazione. Ora questa parola non si usa più, ma si fa lo stesso.Caro Toti, Cambiamo o Lottizziamo?” conclude.

Il capogruppo e il vice capogruppo regionale Stefano Mai e Sandro Garibaldi (Lega) replicano: “Non si capisce perché Ferruccio Sansa, che si occupa di politica da anni, si sia svegliato soltanto ora e proprio contro la Lega in Regione Liguria, quando talune forze politiche che ha scelto per essere sostenuto alle elezioni, facendogli guadagnare la poltrona in consiglio regionale, hanno sempre lottizzato di tutto e continuano a lottizzare ovunque, anche a livello nazionale. Come al solito, le sue polemiche appaiono incoerenti e sterili”.

“Sostenere – hanno spiegato Mai e Garibaldi – che chiunque venga candidato da un partito e partecipi attivamente alla vita politica di un territorio non possa poi ricoprire incarichi o ruoli per portare la sua esperienza professionale nell’interesse dei cittadini, appare del tutto discriminatorio e penalizzante per chi, con onestà e impegno, vuole contribuire in buona fede allo sviluppo della Liguria”.

“Dopo avere sostenuto che ‘l’opinione pubblica non ha sempre ragione’, quando invece democrazia significa per l’appunto governo del popolo, che è sovrano, queste ulteriori affermazioni di Ferruccio Sansa ormai non ci stupiscono più e confermano che i liguri hanno saputo scegliere bene”.

“Prima di scrivere un post su Facebook dove si attaccano partiti e persone, bisognerebbe guardarsi un attimo allo specchio e, in tutta franchezza, chiedersi se sia il caso di fare tali esternazioni. È un suggerimento che ci sentiamo di dare (ancora una volta) al consigliere Ferruccio Sansa, che oggi attacca Cambiamo! e Ilaria Murmura. Come mai? Per il semplice fatto che Ilaria, stimata avvocato, sia stata proposta, peraltro da un altro partito della maggioranza, per la sostituzione di un componente nel cda di Filse, la Finanziaria della Regione Liguria. La sua colpa, secondo Sansa, sarebbe quella di essere una dirigente della Lega di Arenzano e di essersi candidata alle scorse elezioni regionali. Tutto lì. Nel pensiero del nostro gaffeur per questi motivi, probabilmente, l’avvocato Murmura non dovrebbe più lavorare o essere proposta per un incarico sì di prestigio, ma del tutto in linea con il suo curriculum” rincara Angelo Vaccarezza, capogruppo in Consiglio regionale di “Cambiamo con Toti Presidente”.

“Parla di lottizzazione, Sansa. E qui davvero ci domandiamo da che pulpito venga la predica. Caro Ferruccio, ti facciamo un breve riassunto della storia recente. Uno dei partiti che ti ha inopinatamente candidato, il PD, per decenni ha occupato qualsiasi ganglio del potere a Genova e in Liguria. Non si sono fatti scappare neanche mezza poltrona. Per farti un esempio l’ultimo sindaco che hanno sostenuto, Marco Doria, siede ancora nel Comitato Portuale, nonostante abbia coerentemente scelto di non ricandidarsi nel 2017 alla guida della città e nonostante Marco Bucci gli abbia chiesto, più di una volta, di farsi da parte per poter esprimere un nome rappresentativo della nuova amministrazione in un posto così delicato. Non c’è stato niente da fare, Doria è ancora lì, ma tu non hai nulla da dire” prosegue Vaccarezza.

“L’altro partito che ti sostiene, il Movimento 5 Stelle, ha fatto dello spoils system e della distribuzione di incarichi a amici, familiari e attivisti una sua bandiera. Nei Ministeri dove è transitato Luigi Di Maio sono stati impiegati e lautamente retribuiti i suoi vecchi compagni di liceo di Pomigliano d’Arco. Alla Farnesina i suoi fedelissimi sono addirittura otto e la loro retribuzione supera i 700mila euro all’anno: lo staff più costoso di sempre. Anche su questo, però, non una parola. È la solita doppia morale che ti contraddistingue, che però non vogliamo fare nostra: nella tua coalizione si sono candidati anche diversi dirigenti regionali, ma non abbiamo avuto nulla da dire. È giusto, e noi ne siamo felici a prescindere dalla parte che scelgono, che possano anche loro mettersi in gioco. È la democrazia, bellezza!”.

“Per te invece l’importante è attaccare a testa bassa Cambiamo!, il presidente Giovanni Toti e, oggi, l’avvocato Murmura. Rinnoviamo il consiglio: prima di lanciarti in polemiche del genere, guardati allo specchio e chiediti se davvero sei nella posizione di poter muovere certe critiche. A quel punto conta fino a 100 e datti una risposta. Siamo gentili e te la anticipiamo noi: decisamente no” conclude Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.