IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lac: “Cacciatori liberi di uscire dai Comuni nonostante il divieto, ennesima marchetta della Regione”

"Sfregio alle disposizioni statali e l'illegale disparità di trattamento con i 'normali' cittadini"

Liguria. “Il presidente della Regione Liguria Toti ha firmato l’ordinanza numero 86 del 23 dicembre 2020 con la quale ammette lo spostamento dei cacciatori liguri in eventuale zona arancione e durante i blocchi festivi, in tutti i comuni degli Ambiti Territoriali di Caccia (in genere grandi come mezza provincia) a cui sono iscritti, sino al 15 gennaio 2021, in palese violazione dell’ultimo Dpcm del 3 dicembre scorso in materia di misure per fronteggiare l’epidemia da Covid-19”. La denuncia arriva dalla Lega Abolizione Caccia, che definisce la misura una “marchetta di fine anno in favore della piccola lobby dei cacciatori liguri”.

“Surreali le motivazioni a sostegno del provvedimento (che include anche l’allenamento dei cani da caccia). Tra queste ‘la tutela della sicurezza e della incolumità delle persone’ (sic !), l’asserita ‘attività di pubblico servizio’ prestata da chi si diverte dei boschi e campagne con un fucile in spalla, per arrivare alla ‘limitazione die sinistri stradali’. In pratica sparare ai tordi da un appostamento, o ricercare una beccaccia nel bosco per abbatterla, viene equiparato all’essere un pompiere o un medico condotto”.

La Lega Abolizione Caccia evidenzia “nel silenzio assordante dei prefetti, lo sfregio alle disposizioni statali e l’illegale disparità di trattamento con i ‘normali’ cittadini, che (specialmente nei giorni interessati dal Decreto-Legge Natale 172/2020) non possono spostarsi per motivi meramente ricreativi da un comune all’altro, visto che per le fucilate agli animali selvatici le disposizioni nazionali non hanno previsto alcuna deroga”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.