IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Investimento mortale a Dego, conducente indagato per omicidio stradale

Auto sotto sequestro, disposta l'autopsia: accertamenti investigativi dei carabinieri

Dego. E’ indagato per il reato di omicidio stradale il conducente di 56 anni che ieri ha investito mortalmente Luciano Sicco, 81 anni, vedovo e padre di quattro figlie, travolto sulle strisce nel centro di Dego.

L’indagine aperta dalla Procura savonese è svolta dai carabinieri, che hanno effettuato i primi accertamenti e i rilievi sull’investimento mortale. L’auto è stata posta sotto sequestro, così come sono al vaglio dei militari altri elementi per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Per accertare le cause della morte è stata disposta l’autopsia, un passaggio chiave per i risvolti giudiziari a carico del guidatore della vettura: l’esame autoptico dovrà confermare, infatti, se il decesso è riconducibile solo alle gravi ferite relative all’investimento, in particolare il fatale trauma cranico provocato dall’impatto con il mezzo e dalla successiva caduta dell’anziano sull’asfalto.

Tuttavia, oltre ai riscontri della perizia medico-legale, potrebbero essere necessarie verifiche su campioni istologici per verificare un possibile malore dell’81enne o altre patologie alle quali era affetto, che potrebbero essere considerate concause della morte. In quest’ultimo caso la posizione dell’indagato potrebbe attenuarsi, con l’accusa di omicidio colposo anzichè omicidio stradale.

Luciano Sicco, in un primo tempo cosciente dopo essere stato investito dall’auto, nonostante i soccorsi e il trasporto urgente all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure è deceduto poco dopo l’arrivo al nosocomio pietrese. Fin da subito le sue condizioni sono apparse particolarmente gravi, fino al tragico decesso in serata.

Ora sarà l’inchiesta della Procura e le indagini dei carabinieri a far luce nel dettaglio sull’investimento e la morte dell’81enne. La salma, trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale Santa Corona, rimane a disposizione dell’Autoità Giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.