IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, nel 2021 record di investimenti in opere pubbliche: finanziati 8,5 milioni

Il sindaco: "Nonostante il Covid, stiamo riuscendo ad appaltare tutti gli interventi che l'amministrazione si era prefissata"

Finale Ligure. Sarà un anno ricco di progetti e cantieri per Finale Ligure, che nel 2021 raggiungerà il suo record di fondi investiti per opere pubbliche. “Parliamo di circa 8,5 milioni di euro di cantieri attivi nell’arco dell’anno ormai alle porte. Parte di questi dai primi mesi dell’anno, altri vedranno l’inizio solo a metà o verso la fine del 2021” dichiara il sindaco Frascherelli.

I mesi di novembre e dicembre sono solitamente decisivi quando si parla di appalti e cantieri e così è stato per Finale Ligure:  “Come tutti gli anni – commenta il primo cittadino – in questa fase c’è molto fermento nel settore lavori pubblici. Si preparano gli ultimi bandi di appalto in virtù degli ultimi incassi derivanti da oneri e monetizzazioni urbanistiche, si concretizza la programmazione dell’intero anno e si tirano le somme. Anche quest’anno, nonostante le modifiche al ribasso dettate dalla pandemia ancora in corso, stiamo riuscendo ad appaltare tutti gli interventi che l’Amministrazione si era prefissata di cantierare. Un ottimo lavoro di squadra da parte dei settori interessati: Ufficio Tecnico, Settore Gare ed Appalti, Ragioneria”.

Diversi i progetti che verranno realizzati riguardanti il ripascimento, la riqualificazione, la manutenzione e anche la viabilità. “Tra tutti i cantieri spiccano quello di Varigotti (2,5 milioni ripascimento strutturale e 1,5 milioni per il restyling del lungomare Bottino) e del Porto di Capo San Donato (2 milioni di euro per il rafforzamento della diga foranea e 90 mila euro per la nuova illuminazione del molo sud). Trattasi di risorse sovracomunali, in parte derivanti dal Dipartimento di Protezione Civile ed in parte dal Fondo Strategico Regionale” precisa Frascherelli.

Anche su Final Pia, l’amministrazione continua la sua azione di riqualificazione, come spiega nel dettaglio il vice sindaco e assessore alle Opere Pubbliche, Andrea Guzzi: “Dopo i primi interventi del precedente mandato non potevamo certo interrompere il percorso virtuoso di rinnovamento del Rione di Pia. Continueremo infatti con via Santuario (520 mila euro), il cui cantiere è previsto entro i primi mesi dell’anno, via Mimose e piazza Toscana dove faremo manutenzione con asfalti e verde urbano, Primo lotto Tennis (395 mila euro), Lungomare Migliorini dal Minigolf fino ai Boncardo (580 mila euro), l’avvio delle procedure per corso Europa (190 mila euro). Stiamo avviando la progettazione conclusiva sulla Passerella San Donato, con la promessa di farla rialzata livello Aurelia e la progettazione per la sistemazione dell’ormai vetusta e malconcia Passeggiata del Castelletto. Su queste due procedure non siamo riusciti ad essere tempestivi come speravamo a causa delle molte questioni aperte e l’anno difficile quasi concluso”.

Oltre a Varigotti e Pia, i lavori interesseranno anche Borgo e Marina. “Come promesso in campagna elettorale – sottolinea Guzzi – molti sforzi saranno dedicati ai due assi viari principali che collegano Borgo a Marina e viceversa. Via Brunenghi e via Dante saranno le due grandi opere che dovranno caratterizzare questo nostro secondo mandato. Finalmente stiamo lanciando il concorso di progettazione che ci permetterà di avere un progetto da concretizzare a lotti, confidando di riuscire a finanziare già il primo nel corso del 2021 per avere un cantiere operativo nel 2022. Anche per quanto riguarda le manutenzioni siamo riusciti a finanziare interventi specifici su strade, cimiteri cittadini, immobili ed impianti sportivi oltre alla rigenerazione del verde cittadino. Per queste voci circa 500mila euro di risorse comunali. Un’altra importante opera attesa da tempo sarà l’ascensore di Palazzo Ruffini. Un intervento legato all’abbattimento delle barriere architettoniche che tra la progettazione, l’autorizzazione ed il reperimento delle necessarie risorse ha impiegato troppi anni. Finalmente ci siamo e nei primi mesi del nuovo anno saremo operativi”.

“Questo anno caratterizzato dalla pandemia ha certamente rallentato molti percorsi autorizzativi, ci ha portato a scelte diverse nell’utilizzo delle risorse laddove possibile. L’anno che verrà non sarà solo un anno di importanti e numerosi cantieri, continueremo a progettare e programmare per il futuro, seguendo il progetto di città tracciato negli ultimi anni e condiviso coi nostri concittadini” conclude Frascherelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.