IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecco “Mugrugni”, il Risiko ambientato a Genova nel 2814

Cinque tribù di cinghiali umanoidi si contendono il territorio della Superba: ecco la nuova creazione di "Demoela"

Più informazioni su

Liguria. Siamo nell’anno 2814. La razza umana si è estinta da oltre trecento anni ed una nuova specie di cinghiali umanoidi è emersa come specie dominante e lotta per il predomino del territorio contendendosi i 40 quartieri di Genova. Sono le gustosissime premesse di “Mugrugni”il nuovo gioco da tavolo tutto “made in Zena” che ha le carte in regola per tener compagnia alle famiglie durante queste insolite feste di Natale ai tempi del coronavirus.

A produrlo  Demoela, una cooperativa genovese nata nel 2016 dall’idea di tre amici, che ultimamente si è specializzata in produzioni che fondono i giochi da tavolo più popolari, come “Risiko” e “Monopoly”, con l’identità locale dei territori.

Così, per restare delle nostre parti, sono nati anche Zena 1814, gioco di strategia ambientato all’epoca del Congresso di Vienna, quando la Repubblica di Genova perse l’indipendenza (e non è casuale che “Mugrugni” sia ambientato mille anni dopo), e “Sv-La Riviera“, una sorta di Monopoly in cui per vincere bisogna acquistare proprietà e arricchirsi tra città e paesi della provincia di Savona.

Mugrugni La Riviera

E allo stesso modo anche in “Mugrugni” è proprio Genova il terreno di scontro. Solo che a sfidarsi non sono contingenti di carri armati ma cinque tribù di cinghiali dai nomi esilaranti: la “Cumpa delle Legere”, la “Gradinata delle Beline”, il “Circolo dei Scignuri”, la “Tribù dei Besughi” e il “Collettivo degli Sciacaeli”.

Generica

Per giocare si usa un tabellone che rappresenta il territorio genovese suddiviso in 40 quartieri, pedine colorate, dadi e tre tipi diversi di carte (carte obiettivo, carte evento e carte azione). Tutto concorre a determinare l’esito del gioco, ma soprattutto ci vuole una buona dose di strategia personale per battere gli avversari e portare la propria tribù di Mugrugni a conquistare tutta la città. Qualcosa che, tra l’altro, non è poi così lontano dalla realtà odierna.

Il gioco, sviluppato da Luigi Cornaglia, Alberto Barbieri e Simone Murgia, è disponibile in diversi punti vendita a Savona e in Liguria, tra cui negozi di giocattoli e librerie, ma anche sul sito ufficiale di Demoela dove si può ancora ordinare in tempo per le feste.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.