Richiesta

Disturbi alimentari, Piana (Lega): “Un’emergenza socio sanitaria, le Asl devono avere un day hospital dedicato”

"E' aumentata la richiesta di assistenza specialistica soprattutto tra i minori e per prestazioni ambulatoriali"

Piana Regione

Liguria. “Come Regione Liguria, bisogna valutare la possibilità di farsi portavoce presso il Governo affinché i disturbi del comportamento alimentare vengano considerati a livello nazionale come emergenza socio sanitaria, prendendo finalmente la giusta direzione che malati, famiglie e associazioni a loro vicine chiedono da anni”. Questa la proposta che Alessio Piana ha ufficializzato con un’interrogazione sottoscritta anche dagli altri consiglieri leghisti Stefano Mai, Sandro Garibaldi, Brunello Brunetto e Mabel Riolfo.

“Anoressia e bulimia, patologie tipiche dei disturbi alimentari, possono essere esenti dal ticket con i codici 005 e 006 – spiega-. Alisa ha redatto linee di indirizzo regionale facendo emergere che in Liguria i posti letto dei centri per i disturbi alimentari sono sufficienti, ma sarebbe necessario che ogni Asl si dotasse di un centro Day Hospital dedicato a questi pazienti. Occorre attivarsi nei confronti dei responsabili delle Asl liguri al fine di verificare questa possibilità”.

“La richiesta di assistenza specialistica – sottolinea – è aumentata soprattutto tra i minori e per prestazioni ambulatoriali. Tuttavia, al momento è difficile fare una stima delle reali necessità in quanto siamo ancora in mezzo all’emergenza coronavirus, anche rispetto all’aumento generale di disturbi psichici”.

“In ogni caso, i disturbi del comportamento alimentare sono sempre di più un segnale di esordio psicopatologico in età infantile e adolescenziale e proprio per questo motivo è importante una competenza psichiatrica, su ogni territorio, per una valutazione complessiva del paziente” conclude il consigliere regionale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.