IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dentista a Genova, tutte le indicazioni per questo periodo

Più informazioni su

Dopo la divisione dell’Italia in zone di rischio dovute al coronavirus, ovvero rossa, arancione e gialla, molti si sono chiesti se è possibile andare dal dentista oppure no. Senza dubbio, la risposta è affermativa in quanto rientra tra i motivi di salute espressamente previsti anche per le zone ad alto rischio, che richiedono l’utilizzo dell’autocertificazione. Gli studi dentistici sono aperti su tutto il territorio nazionale, ed i professionisti sono tenuti a rispettare tutti i protocolli di sicurezza per evitare il contagio dei pazienti. Inoltre, nessuna norma vieta di andare dal dentista anche per semplici controlli di routine ed operazioni come la pulizia dei denti, tuttavia ogni dentista a Genova e in ogni altra città di Italia preferisce dare priorità ai casi urgenti, raccomandando agli altri un primo colloquio telefonico al fine di limitare gli spostamenti. Se il proprio dentista non dovesse essere disponibile, è sempre possibile rivolgersi ad un altro professionista, magari cercando qual è il miglior dentista a Genova o di un’altra località. Tuttavia, è ovviamente vietato andare dal dentista (e da qualsiasi altra parte) se si presentano i sintomi del virus, come il raffreddore, la tosse, e la temperatura corporea al di sopra dei 37,5 gradi.

L’autocertificazione serve oppure no

Uno dei quesiti che ci si pone è: per andare dal dentista a Genova e in altre città liguri in questo momento, serve l’autocertificazione oppure no? Non si può dare una risposta univoca, in quanto dipende dalla zona nella quale si trova la propria regione. Chi abita nella zona gialla, può raggiungere il dentista senza problemi, chi abita nella zona rossa ha invece bisogno dell’autocertificazione, sulla quale va scritto espressamente “motivi di salute”. Per coloro che sono in zona arancione, invece, è necessario certificare lo spostamento mediante apposita modulistica soltanto se lo studio del professionista si trova in un altro comune, rispetto a quello della propria residenza.

Lo studio del dentista è un luogo sicuro?

Dato che non si può utilizzare la mascherina e non si può rispettare la distanza di sicurezza dal dentista, si potrebbe pensare che non sia un luogo sicuro. Tuttavia, come già accennato, gli studi odontoiatrici rispettano tutte le regole sanitarie per evitare che vi siano problematiche di alcun tipo. Già prima dell’emergenza pandemica, gli studi dentistici erano luoghi asettici e sicuri per via del contatto con il materiale biologico dei pazienti, adesso i professionisti hanno implementato la sicurezza nei propri studi, indossando oltre alla mascherina “standard”, anche la visiera protettiva, la cuffia, e camice e guanti monouso. Proprio per questo, non bisogna avere timore di recarsi da un dentista in questo periodo, specialmente perché rimandare la visita in determinate situazioni può essere deleterio per la salute dei denti e delle gengive, con conseguenze molto gravi a lungo andare. Se il professionista ritiene opportuno il controllo nello studio, è bene seguire le indicazioni per permettergli di intervenire tempestivamente e rimuovere la causa del dolore. In più, come hanno rivelato alcune ricerche, durante il periodo del lockdown generalizzato la salute orale degli Italiani è peggiorata molto in quanto in quanto non è stato possibile recarsi dai professionisti per i controlli standard oppure perché le persone, per la paura del contagio, hanno preferito intervenire sui dolori di denti e gengive semplicemente assumendo antidolorifici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.