IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Decreto Natale e i dubbi sulle seconde case: via libera solo se nella stessa regione

La precisazione di oggi sui nuovi provvedimenti per le festività natalizie

Liguria. Dal Governo questa mattina è arrivato un chiarimento sulle seconde case alla luce del nuovo decreto di Natale che contiene le misure per contrastare la diffusione del coronavirus: andare nelle seconde case all’interno della stessa Regione sarà sempre possibile durante l’intero periodo delle feste, ovvero dal 24 al 6 gennaio precisano fonti di Palazzo Chigi.

Sul punto però c’è chi chiede chiarimenti, come Marco Bussone, presidente dell’Uncem, l’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani: “Rilevo non poca confusione e ho chiesto al ministro Boccia, in particolare, di evidenziare meglio i dettagli e i ‘colori’ dei giorni nei quali sono consentiti o vietati gli spostamenti”.

“Ho sentito e colto informazioni anche sui media poco corrette che stanno ingenerando aspettative – aggiunge Bussone -. Le Faq e la consueta nota del Viminale devono aiutarci, nelle prossime ore, a capire cosa si può fare e cosa no”.

“Durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”, si legge inoltre nel decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Durante le vacanze natalizie sono “consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia” afferma il decreto.

Il dubbio sulle seconde è nato dai rimandi del decreto medesimo, in vigore da oggi, che stabilisce infatti come “durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”.

In caso di violazioni, le multe variano dai 400 ai mille euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.