IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, l’appello di Ciangherotti (FI): “Il vaccino subito anche ai 324 dentisti della provincia di Savona”

"Rischiamo ogni giorno il contagio e siamo abbandonati a noi stessi"

Savona. “Il vaccino subito anche ai 324 dentisti della provincia di Savona”. E’ questa la richiesta formulata da Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale ad Albenga e odontoiatra.

“Noi odontoiatri siamo in prima linea ad intercettare i pazienti potenzialmente Covid positivi – ricorda – siamo a rischio quotidiano per lavorare a pochi centimetri dal cavo orale del paziente ovviamente privo di mascherina durante le terapie, effettuiamo con regolarità in studio il tampone rapido naso-faringeo per la ricerca dell’antigene virale Sars Cov2 sui casi sospetti, magari quando qualche paziente è stato a contatto con persone non tracciate. Non siamo, invece, in prima linea, domani, giorno del vax day, per poter essere sottoposti al vaccino anticovid. Un’anomalia aberrante del sistema sanitario regionale che va corretta. Ad aggiudicarsi, infatti, le primissime dosi di vaccino, ci saranno, domani, rappresentanti di figure professionali sanitarie di ogni ordine ma mancheranno i 324 odontoiatri della provincia di Savona”.

“Invito il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, oggi titolare della delega alla sanità regionale, ad accordare l’immediata inclusione nel piano vaccinale anche degli odontoiatri, degli igientisti e degli assistenti degli studi odontoiatrici. Siamo stati dimenticati nonostante i precedenti appelli e nessuno, neppure di chi ci rappresenta, alza la voce per pretendere
l’inserimento della categoria dei dentisti libero professionisti, degli igienisti e dei loro assistenti tra gli operatori sanitari e socio sanitari, destinatari, con priorità, del vaccino anti-coronavirus. Rischiamo ogni giorno il contagio e siamo abbandonati a noi stessi, mentre si dovrebbe lavorare tutti insieme nell’intento comune di allontanare il più possibile il rischio di nuovi contagi durante le visite e gli interventi ai nostri pazienti e tutelare la salute delle nostre comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.