IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bonus pagamenti elettronici: perché conviene carta PAYBACK American Express

Più informazioni su

È partita proprio in questi giorni l’iniziativa “Cashless Italia” a cui il Governo sta lavorando dallo scorso agosto, e che permetterà agli italiani di ricevere un bonus fino a 300 euro per acquisti fatti nei negozi fisici tramite pagamenti elettronici. Con questo piano si potrà ricevere il 10% di rimborso su carta di credito per ogni acquisto effettuato, con un tetto annuo di tremila euro.

L’iniziativa presenta anche un premio (cosiddetto “super cashback”) da 1500 euro che verrà concesso ai primi 100 mila consumatori che avranno effettuato il maggior numero di acquisti con strumenti tracciabili nell’arco di sei mesi. Questa misura è parte del “decreto Agosto”, convertito in legge lo scorso ottobre, ed uscito in Gazzetta Ufficiale come parte del decreto Mef che la attua.

Come funziona il cashback e quali vantaggi offre

Una volta scoperto cos’è il cashback, è il momento di capire come funziona. I rimborsi saranno semestrali ed arriveranno sul conto corrente del cittadino sotto forma di bonifico. Ma questo bonus pagamenti elettronici riguarda solo gli acquisti fisici in negozio: è escluso infatti dai pagamenti nei negozi online, dal momento in cui scopo dell’iniziativa è favorire lo sviluppo dei pagamenti tracciabili per arginare l’evasione fiscale e il cosiddetto “nero”. Inoltre, il bonus carta di credito scatterà soltanto al superamento della soglia minima di un numero di acquisti pari a 50 per ogni semestre.

Il decreto Mef indica anche che ci sarà un extra cashback di 150 euro sugli acquisti di Natale: ergo, sarà possibile già in questo mese di dicembre 2020 maturare un rimborso massimo di 150 euro. L’iniziativa parte da questo mese e dovrebbe concludersi nel giugno 2022. C’è da dire che, tra il piano generale “Cashless Italia” (150 euro per due volte), “extra cashback di dicembre” (150 euro) e “super cashback” (1500 euro per due volte), per il primo anno c’è un tetto rimborso max di 3450 euro.

Bonus 300 euro: come si attua

Chiarito il funzionamento del cashback, ora è il momento di capire come partecipare all’iniziativa. Per godere dei rimborsi sarà necessario registrare la propria carta o bancomat, sulla piattaforma IO (app a cui si accede con Spid), o in alternativa sui canali bancari, associarla a un codice fiscale ed inserire il proprio Iban. L’app indicherà il numero di transazioni e quelle che mancano per far scattare il rimborso, oltre alla classifica dei primi 100 mila per avere il supercashback.

Ma il bonus pagamenti digitali riguarderà, come detto, anche il canale bancario, che nei primi tempi potrebbe però presentare dei rallentamenti con alcune banche non ancora organizzate. Al momento solo l’app IO dà garanzia di funzionare con tutte le carte.

Incentivi pagamenti elettronici: con PAYBACK il vantaggio è doppio

Tra le migliori carte attualmente in commercio figura anche la carta PAYBACK American Express, che fa parte dell’iniziativa PAYBACK. Quest’ultimo è un programma fedeltà che permette di guadagnare punti sugli acquisti effettuati presso i Partner (fisici e/o online) del programma, e vincere in tal modo premi o gift card. In seguito all’iniziativa promossa dal Governo, coloro che già posseggono la carta PAYBACK American Express, o che desiderano farne richiesta, potranno usufruire di un ulteriore vantaggio; infatti chi effettuerà degli acquisti negli store fisici dei Partner aderenti all’iniziativa potrà contemporaneamente accumulare punti con Carta PAYBACK American Express, e richiedere il relativo rimborso sui pagamenti effettuati. In pratica sarà possibile risparmiare sugli acquisti ed accumulare punti PAYBACK per richiedere il premio desiderato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.