IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Auto blu in Regione, il Pd: “Vaccarezza avvocato difensore di Toti, racconti le cose come stanno”

"Sarebbe opportuno che in un momento così difficile l'attenzione di Toti sul bilancio vertesse su ben altre questioni"

Regione. Continua il botta e risposta tra il gruppo del Pd in Regione ed il capogruppo di Cambiamo Angelo Vaccarezza a proposito delle auto blu auto blu che, secondo i Dem, sarebbero destinate al capo di gabinetto del presidente Toti e al segretario generale di Regione Liguria.

Dopo l’attacco del Partito Democratico e la replica di Vaccarezza, ecco il Pd tornare all’attacco: “Vaccarezza rispetti l’intelligenza delle persone e racconti le cose come stanno. Una settimana fa il presidente Toti ha presentato e fatto approvare in giunta un emendamento al bilancio in cui estendeva il privilegio dell’auto blu al segretario generale della Regione e al sui capo di gabinetto. Un atto ufficiale e tutt’ora valido. Poi, questa [ieri] mattina, pochi minuti prima che iniziasse la discussione in commissione bilancio, Toti, sperando che qualcuno non se ne accorgesse, ha deciso di fare marcia indietro e di ritirare l’emendamento. Un comportamento più unico che raro, soprattutto per un atto di giunta proposto e fortemente voluto dallo stesso presidente. Naturalmente era il minimo che Toti lo ritirasse e la vicenda si sarebbe chiusa lì, come il tentativo mal riuscito di estendere l’uso dell’auto blu a due persone di sua fiducia”.

“Ma poi Vaccarezza, che sperava di fare l’assessore ed è finito a ricoprire il ruolo di avvocato difensore di Toti, ha voluto commentare, come suo solito, la vicenda. E allora abbiamo deciso di rispondere”.

“Quel che è triste è che in due mesi e mezzo di governo la giunta Toti non abbia fatto altro che occuparsi di aumentare i costi della politica, lasciando da parte gli altri problemi che affliggono la Liguria. Questo delle auto blu è solo l’ultimo maldestro tentativo e arriva dopo le dimissioni degli assessori-consiglieri e l’aumento del costo degli staff. La prossima puntata, lo anticipiamo già, sarà l’istituzione dei sottosegretari. Ma su questo Vaccarezza tace, perché sa che Toti non ha fatto alcuna marcia indietro”.

E poi l’appello: “Sarebbe opportuno che in un momento così difficile l’attenzione di Toti sul bilancio vertesse su ben altre questioni. Dalla scuola agli anziani, dall’ambiente alla sanità, ai trasporti. Su questi temi non vediamo lo stesso dinamismo e propositività, anzi”.

Ecco l’emendamento “incriminato” della legge regionale secondo il Pd:

Emendamento:
Articolo 2 quater
(Modifica alla legge regionale 29 dicembre 2015, n. 27 (Legge di stabilità della Regione
Liguria per l’anno finanziario 2016))
1. Al comma 6 dell’articolo 7 della legge regionale 29 dicembre 2015, n. 27 (Legge di stabilità della Regione Liguria per l’anno finanziario 2016) e successive modificazioni e integrazioni,
dopo le parole “Assessori regionali” sono inserite le seguenti: “nonché, limitatamente al secondo periodo del comma 2, al Segretario Generale ed al Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.