IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amministrative 2021, Giovani Europeisti Verdi: “Savona diventi una città a misura di giovane”

"Aumentare l'offerta attualmente scarsa di servizi riferiti alla popolazione più giovane"

Savona. Formazione e cultura, mobilità e socialità. Queste le tre macro-aree in cui la sezione Giovani Europeisti Verdi intende sviluppare le proposte per le elezioni comunali 2021 a Savona. Le proposte hanno l’obiettivo di cambiare il volto di una città che è “sempre meno una città a misura di giovane” e e garantire “un futuro più roseo ma anche un presente migliore per ogni fascia di età”.

“Per quanto riguarda la formazione riteniamo necessaria una maggiore e migliore sinergia tra gli istituti superiori ed il mondo del lavoro e dell’università, migliorabile per esempio attraverso l’istituzione di uno sportello giovani comunale che aiuti il percorso di orientamento ed accesso al mondo del lavoro. È inoltre necessario aumentare il numero dei luoghi di studio presenti in città dove l’offerta in tal senso è al momento decisamente scarna, tramite l’apertura di aule studio indipendenti dal sistema bibliotecario e universitario, che possano restare aperte durante il weekend e nelle ore serali. Il comune dovrebbe impegnarsi maggiormente sul fronte della cultura, individuandola non più come mondo al quale sottrarre risorse ma come investimento nel benessere di tutta la cittadinanza. Da riproporre con adeguati miglioramenti il sistema delle cellette del complesso del Priamar, attive solo nei mesi estivi ma con l’ottima possibilità di essere utilizzate fino a mezzanotte”.

“Per quanto riguarda la mobilità proponiamo un miglioramento per quanto possibile del trasporto pubblico, sottolineando la necessità di un aumento di corse dal comprensorio e dalle periferie verso il centro (e viceversa) al momento non sufficiente nelle ore di punta del mattino e nella tarda serata quantomeno il venerdì ed il sabato sera. Il tutto implementabile con servizi di mobilità sostenibile in sharing, quali per esempio il servizio MiMoto già presente a Genova”.

“In merito alla socialità proponiamo di aumentare l’offerta attualmente scarsa di servizi riferiti alla popolazione più giovane: aree ricreative, spazi comunitari collettivi per la socialità e aree verdi. Tutto ciò ampliando i punti di ritrovo giovanili favorendo lo sviluppo di nuove attività culturali, ricreative, commerciali in zone differenti dall’area della Darsena, permettendo così la risignificazione di porzioni di territorio che attualmente nelle ore serali si svuotano completamente tramutandosi velocemente in aree pericolose e luoghi di spaccio (quali possono essere il prolungamento o Piazza del Popolo)”, concludono i Giovani Europeisti Verdi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.