IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola, la tradizione che resiste: Sfere di Natale firmate “Ceramiche San Giorgio” pronte a compiere 30 anni fotogallery

Dal 1958 non ha mai smesso di manipolare la terra, dipingere su maiolica e creare sempre nuovi prodotti conosciuti in tutto il mondo

Albissola Marina. Ancora tantissima passione anima la fabbrica-laboratorio Ceramiche San Giorgio, perla storica di Albissola Marina che, dal 1958 ad oggi, non ha mai smesso di manipolare la terra, dipingere su maiolica e creare sempre nuovi prodotti interamente realizzati a mano e conosciuti in tutto il mondo, con un occhio puntato alla tradizione del bianco e blu, e agli stili più moderni e futuristi.

Ceramiche San Giorgio Albissola

Nata su devozione artistica di Giovanni Poggi – oggi 88enne -, Eliseo Salino e Mario Pastorino, la fabbrica quest’anno, come tutte le attività commerciali e non, ha dovuto fare i conti con il Covid e la sua limitazione negli incontri e negli spostamenti artistici: “Ogni volta che ho l’occasione di conoscere un nuovo artista mi sento rigenerato anche io. E’ una passione e una curiosità che ho sempre avuto, da quando ero ragazzo” confessa ai microfoni di IVG.it il ceramista Giovanni Poggi, la stessa luce negli occhi di chi non ha mai accantonato il proprio entusiasmo per un mestiere che ha reso le due Albisole le città della ceramica, ma la stessa tristezza di chi si sente con “le mani legate” dalla pandemia.

Dall’anno della sua fondazione, infatti, Ceramiche San Giorgio è stata crocevia di grandi artisti come Asger Jorn, Lucio Fontana, Agenone Fabbri, Eliseo Salino (per citarne solo alcuni), ma anche nuovi giovani artisti internazionali provenienti da Danimarca, Francia e Germania, la cui arte è stata ospitata con grande entusiasmo dalle Albisole e dalla famiglia Poggi: a testimoniarlo i numerosi piatti in ceramica dipinti ed esposti in negozio. Purtroppo quest’anno gli incroci artistici sono dovuti calare drasticamente per le limitazioni nei viaggi causa Covid, ma la speranza di tempi migliori proprio non manca e continua a fomentarsi con grande energia creativa.

E’ dal 1991 che il team firmato San Giorgio non rinuncia a portare avanti la tradizione di sfornare le iconiche Sfere di Natale, creature in ceramica brevettate dalla fabbrica stessa e destinate a diventare un’attrattiva internazionale: “Abbiamo aperto un lungo percorso che continuiamo ancora oggi, nonostante il brutto periodo che stiamo attraversando – spiega il ceramista Giovanni Poggi – Abbiamo lavorato parecchio tutto l’anno per avere le Palline di Natale pronte per dicembre, cercando nuove forme, stili, dimensioni. Vengono addirittura da fuori regione e dall’estero per accaparrarsi il nostro ‘marchio’ di fabbrica”.

Di ogni colore e forma, dimensione e tecnica con il 2021, inoltre, questi indiscussi simboli del Natale albissolese raggiungono un traguardo ambito: i 30 anni di produzione artigianale. Come da tradizione, anche quest’anno è stata realizzata una sfera natalizia del 2020: si tratta di una palla di Natale rotonda realizzata con uno smalto opaco particolare, che dona un effetto a “buccia d’arancia”. “Ha avuto un grande successo di vendite – confessa Giovanni Poggi – tanto che stiamo continuando a riprodurle quotidianamente”.

Speriamo che questo periodo di pandemia finisca presto in modo da ritornare a lavorare tranquilli come abbiamo sempre fatto – ci tiene a dire il ceramista, poi conclude – Perchè quello che facciamo è un lavoro meraviglioso che mi ha dato la vita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.