IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Bastia l’ultimo saluto a Jessica Novaro, don Nania: “Basiti e addolorati” fotogallery

Nel rispetto delle normative, erano presenti alla funzione parenti, amici e colleghi di lavoro

Albenga. Si sono celebrati oggi sabato 12 dicembre, alle ore 15, presso la chiesa parrocchiale S.S. Annunziata di Bastia d’Albenga, i funerali di Jessica Novaro, la 30enne uccisa dal compagno della madre, Corrado Testa.

Omicidio sucidio Vellego, il funerale di Jessica Novaro

Una drammatica vicenda che ha distrutto due famiglie: quella di Maria Donzella, mamma di Jessica e quella di Danny, il figlio di Corrado Testa, che durante la funzione si sono uniti in un forte abbraccio.

Nel pieno rispetto delle normative Covid-19 si sono svolti i funerali della giovane accompagnata per l’ultimo saluto dai familiari, dagli amici e dai colleghi di lavoro, i ragazzi del Conad ciascuno con una rosa bianca.

“Un momento doloroso che ci ha lasciati basiti e addolorati per tutti noi che abbiamo conosciuto Jessica e i suoi famigliari – ha detto il parroco di Bastia Armando Nania durante l’omelia -. Ricordo Jessica dalle elementari che aveva già problemi di salute a causa di alcune emorragie che non riusciva a tamponare. L’abbiamo vista crescere pallida, esile, una bambina che sembrava non accorgersi di questo suo problema vivendo come tutte le altre bimbe. Poi è diventata una donna, Jessica, sempre con il suo sorriso solare, allegra e positiva. É stato come un uccello che spiccando il volo è poi caduto a terra“.

Il decesso della ragazza, avvenuto il 6 dicembre scorso, è stato provocato da un unico colpo sparato da Testa con una pistola calibro 9, un colpo volontario e diretto proprio alla giovane, con la quale il 56enne da tempo nutriva forti dissapori e gelosie. Il proiettile ha raggiunto il torace della ragazza, provocando una lesione agli organi interni e una fatale emorragia che non ha lasciato scampo alla povera Jessica.

IL RACCONTO DI QUELLA TRAGICA NOTTE 

Corrado Testa, olivicoltore, è stato descritto come un uomo sempre più violento e turbato: aveva perso la moglie in maniera tragica 9 anni fa e cercava di rifarsi una vita. Forse il suo gesto è stato maturato col tempo, fin da quando si era chiusa la relazione con la donna, la quale non voleva più sapere di riallacciare il rapporto.

La cara salma di Jessica Novaro sarà tumulata al cimitero di Lusigano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.