IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vegetazione invade la carreggiata sulla Sp18: rimpallo di responsabilità tra Comune e Provincia foto

Dopo la segnalazione di un cittadino, sui social si accende il dibattito tra consiglieri, assessori e sindaco

Alassio. La vegetazione invade la carreggiata sulla provinciale Alassio/Testico, un cittadino lo segnale sui social, le istituzioni commentano, ma rimane un dilemma: la responsabilità è del Comune o della Provincia?

Tutto parte da un post pubblicato su Facebook, in cui Luigi pone il quesito: “Sicuramente mi guadagnerò le antipatie di qualcuno, ma mi domandavo se i nostri amministratori potrebbero chiedere a chi di dovere di obbligare i proprietari delle case confinanti con la strada provinciale Alassio/Testico di pulire e potare sto casino. Prima di tutto per la sicurezza di tutti, infatti  il bus in certi punti è obbligato a invadere la carreggiata opposta e anche i mezzi commerciali devono fare la stessa cosa per non rigare la carrozzeria. E chi va a piedi è costretto a camminare lontano dal margine”.

Arriva subito la risposta del sindaco che riprenderà pieni poteri il 1 dicembre, Marco Melgrati: “La strada Provinciale Alassio/Testico è di assoluta competenza della Provincia, quindi bisogna rivolgersi a loro, il Comune non può intervenire”.

Interviene Piera Olivieri ex consigliere comunale ad Alassio: “La competenza è del Comune e mi pare strano che il sindaco sospeso, che è anche stato consigliere provinciale, lo ignori. Troppo facile nascondersi dietro questi palleggi fasulli di competenze per non intervenire”.

Nel ricostruire la filiera delle responsabilità Luigi insiste e riporta la risposta pervenuta dalla Consigliera Provinciale incaricata Luana Isella e sollecitata dal presidente del Consiglio Comunale Massimo Parodi: “Già da due anni mandiamo ai comuni la raccomandazione di avvisare i proprietari dei terreni frontisti alle Provinciali di tagliare gli alberi pericolosi. Noi siamo competenti sulla manutenzione e cura dell’asfalto, non per fare ordinanze sui privati, quello è compito del Comune. La Provincia è un ente di secondo livello, le ordinanze ai privati la fanno i Comuni. Pertanto – ribadisce – serve un’ordinanza di Marco Melgrati o Angelo Galtieri”.

Contraddicendo se stesso Melgrati, interviene nuovamente: “L’ordinanza è già stata fatta, me ne occuperò io dal 1 dicembre”. A questo punto è confusione totale: l’ordinanza esiste o no?

Dopo un fitto scambio di opinioni con il presidente del consiglio comunale e presidente supplente nel consiglio delle autonomie locali, Massimo Parodi, Luigi non demorde e cerca di fare chiarezza: “Visto che sembra che nel consiglio comunale di Alassio la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra, mi permetto di passare il nome dell’assessore alle frazioni Macheda al signor presidente del Consiglio comunale Massimo Parodi (che peraltro condivide la tesi che debba essere il Comune ad emettere ordinanza) segnalando la risposta della consigliera provinciale Luana Isella in modo tale possa dargli modo di poter fare l’ordinanza in questione come suggerito dal funzionario della Provincia di Savona”.

Raggiunto telefonicamente per chiarire la vicenda, Parodi precisa: “Serve l’ordinanza, lo ribadisco. Questa mattina ho richiesto una relazione ai vigili, dove si evidenzia che sono già state elevate delle sanzioni nei confronti dei 6 frontisti inadempienti che non hanno provveduto alla potatura delle alberature. A causa del Covid, non è possibile parlare con tutti, soprattutto con i proprietari di seconde case. Nell’ arco di dieci giorni abbiamo in programma gli ultimi controlli e sicuramente saranno emessi altri verbali, poi partirà l’ordinanza” conclude.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.