IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Partito Comunista: “Solo spiccioli ai lavoratori e miliardi alle multinazionali”

Ieri in piazza Mameli hanno protestato a fianco di bar, ristoranti e commercianti

Savona. Ieri sera in piazza Mameli la protesta contro le restrizioni del Dpcm da parte bar, ristoranti, esercizi pubblici, ma anche società sportive e professionisti. A partecipare alla contestazione anche il Partito Comunista che dichiara “Combattiamo al fianco delle categorie di lavoratori in profonda crisi economica ed a un passo dal fallimento”.

Generica

“Siamo scesi in piazza con questi lavoratori e lavoratrici per chiedere un aiuto concreto e per protestare contro sette mesi di totale disinteresse da parte di Governo e Regione, che hanno letteralmente preso in giro queste categorie dando loro solo qualche spicciolo per riuscire a campare. Tutto questo mentre lo Stato ha regalato 6,3 miliardi a Fca, mentre continua a far pagare il 3% di tasse alle multinazionali del web e della tecnologia (Amazon, Twitter, Google) che hanno guadagnato miliardi nei mesi di crisi”.

“I soldi delle tasse devono essere destinati ai lavoratori in crisi e non alle multinazionali che investono fuori dall’Italia. Bisogna tassare i giganti del web e dare un sostegno concreto ai lavoratori penalizzati da questa crisi. Ci uniamo e rilanciamo lo slogan che ha promosso queste piazze: Se tu ci chiudi tu ci paghi!” concludono dal Partito Comunista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.